Volevano rubare in discarica, residente dà l’allarme: presi a Mello

Volevano rubare in discarica, residente dà l’allarme: presi a Mello

Il fatto è avvenuto mercoledì e ha portato alla denuncia a piede libero di due uomini di nazionalità marocchina con l’accusa di tentato furto

Ladri di ferro alla discarica comunale di Mello, bloccati grazie alla pronta segnalazione di un cittadino e all’intervento dell’operaio comunale e dei carabinieri.

Il fatto è avvenuto mercoledì e ha portato alla denuncia a piede libero di due uomini di nazionalità marocchina con l’accusa di tentato furto. La discarica si trova all’ingresso del territorio comunale, in una zona non abitata e quindi difficile anche da tenere sotto controllo una volta superato l’accesso dalla strada principale. Un abitante del paese ha notato un furgone che si avviava verso la discarica con a bordo i due marocchini, anche se l’area fosse chiusa al ricevimento di materiale in quelle ore.

Notando lo strano movimento ha deciso di segnalare la presenza all’operaio comunale che aveva già concluso il suo turno di lavoro ma che ha comunque deciso di intervenire appostandosi sulla strada e bloccando di fatto il passaggio al ritorno del mezzo, giunto sulla strada carico di ferro prelevato, abusivamente, dalla discarica. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della caserma di Traona che hanno così potuto cogliere sul fatto gli uomini colpevoli di aver sottratto il materiale ferroso dopo aver scardinato il cancello, chiuso, che consente l’accesso alla discarica.

Sono ancora in corso, comunque le indagini dei carabinieri che in queste ore stanno accertando se i due immigrati avessero dei complici.

Anche perchè l’area che accoglie i rifiuti nel paese di Mello non è nuovo alla sparizione di ferro:«Da circa due anni – afferma il sindaco del paese, Fabrizio Bonetti – registriamo un deciso calo della quantità di ferro che viene smaltito e da tempo abbiamo anche constatato che il materiale veniva depositato per poi sparire dalla discarica senza però che si potesse mai individuare il colpevole di questa azione. Se in passato i container di ferro smaltiti erano circa 2 al mese, siamo passati a 2 all’anno». Lo smaltimento di questo materiale si traduce nelle casse del Comune in 150 euro di entrata per ogni container, ma il ricavato di un carico sottratto dalla discarica può arrivare anche al doppio di questo valore.

«È vero che non si tratta di un furto in un’abitazione – afferma il sindaco di Mello – con tutto ciò che comporta ma è pur sempre un furto che ricade di fatto su tutti i cittadini del Comune, quindi ugualmente grave. La collaborazione degli abitanti, del dipendente comunale e delle forze dell’ordine è stata importante per individuare i colpevoli di questo fatto e forse per scongiurare in futuro furti come quelli che abbiamo subito negli ultimi due anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA