Martedì 10 Giugno 2014

Voleva entrare in comunità

Muore di overdose a 27 anni

La Questura indaga sul caso

Sarà l’autopsia a confermare. Ma di dubbi ce ne sono pochi. Matteo Salvadori, 27 anni di Sondrio, è morto dopo essersi iniettato una dose di eroina.

Lo hanno trovato all’alba di ieri, riverso a terra in un parcheggio condominiale di via Maffei. Il corpo rigido e rattrappito in un ultimo spasmo, accanto a lui alcune siringhe.

A dare l’allarme, ieri intorno alle cinque, un condomino che era sceso in garage per recarsi al lavoro. Quando il personale del 118 è arrivato nel quartiere La Piastra non ha potuto fare altro che constatare il decesso, avvenuto alcune ore prima. Toccherà alle indagini affidate alla Squadra volate della Questura di Sondrio ricostruire le ultime ore di vita del Salvadori, personaggio noto alle forze dell’ordine per le numerose condanne rimediate per detenzione ai fini di spaccio.

Sono alcuni anni che in città non si registra un decesso per droga, l’ultimo risale al 2008 e costò la vita ad un tossicodipendente di 30 anni. L’ultimo valtellinese, invece, a perdere la vita è stato un giovane di 24 anni, morto a Milano due anni fa per un eccesso di alcol e crack.

Matteo aveva manifestato l’intenzione di entrare in comunità e a giorni avrebbe dovuto incontrare un operatore. Da tempo non si faceva ma come accade spesso in questi casi, una ricaduta può essere fatale per un corpo già stremato dall’uso di droga.

© riproduzione riservata