Vini e non soltanto, due serate gourmet per Calici di stelle a Sondrio
Torna con tante novità il tradizionale appuntamento della notte di San Lorenzo

Vini e non soltanto, due serate gourmet per Calici di stelle a Sondrio

Nuovo format per una manifestazione ormai consolidata e apprezzata che allarga la sua offerta. Record di partecipazione: ci saranno 27 case vinicole.

Con due serate da buongustai e un aperitivo con le “bollicine” di Valtellina, quest’anno Calici di stelle porta in scena varie novità «per rendere sempre più protagonista il nostro territorio e le sue eccellenze». L’hanno spiegato ieri gli assessori comunali Michele Diasio (Turismo) e Francesca Canovi (Eventi) insieme al presidente del Consorzio vini Aldo Rainoldi presentando l’edizione 2019 della classica manifestazione dedicata ai rossi di Valtellina, in calendario per il 10 agosto. Un evento ormai consolidato, ha ricordato Diasio, nel quale il Comune punta ad introdurre ogni anno «elementi di innovazione» per valorizzare sempre più i prodotti locali - a partire dai vini, ma non solo - e la città.

«Per questa edizione abbiamo avuto il grande impegno e la forte collaborazione da parte del Gruppo ristoratori e di tutta l’Unione commercio – ha spiegato Diasio -, che ci hanno consentito di concretizzare alcune idee su cui insieme al Consorzio ragionavamo già dallo scorso anno. Proponiamo quindi un nuovo format, che aggiunge due serate alla formula classica dell’evento, che viene confermata».

I due appuntamenti “gourmet” in calendario per il 7 e il 9 agosto accompagneranno sondriesi e turisti al classico percorso di degustazione della sera del 10, con i banchi di assaggio disposti lungo il percorso dal centro fino a Castel Masegra, mentre dopo la sperimentazione dell’edizione 2018 Comune e Consorzio hanno deciso di confermare “Aspettando Calici di stelle”, l’aperitivo con i prodotti del territorio in abbinamento alle bollicine di Valtellina in programma prima dell’apertura dell’evento.

E se l’edizione 2019 fa segnare un record di partecipazione delle case vinicole, presenti in 27 fra piccole e grandi, l’obiettivo del nuovo è quello di iniziare un percorso, ha sottolineato il presidente del Consorzio vini: «Stiamo provando ad uscire dalla “comfort zone”, ad andare un po’ oltre la solita struttura della manifestazione – ha rimarcato Rainoldi -, per far crescere la cultura del vino ma anche la cultura dell’accoglienza. È fondamentale per questo coinvolgere le altre attività, a partire dalla ristorazione, per metterci in condizione di accogliere i turisti del futuro, anche nella prospettiva delle Olimpiadi. Vogliamo che questa manifestazione faccia un salto di qualità, per promuovere i vini ma anche per contribuire a riposizionare la città di Sondrio in un settore che può generare occupazione».

Quest’anno alla festa prenderanno parte anche 11 esercizi pubblici della città, fra bar e ristoranti, che prepareranno piatti della tradizione da accompagnare alle degustazioni: i banchi di alcune case vinicole saranno collocate accanto ai locali, nei quali i partecipanti al percorso di Calici di stelle potranno acquistare le specialità proposte.

«Siamo contenti di proseguire la collaborazione con questa amministrazione comunale e di lavorare insieme al Consorzio vini – ha sottolineato la presidente mandamentale dell’Unione commercio Manuela Giambelli -, Calici di stelle si sta elevando ad un pubblico sempre più ampio ed è una vetrina importante anche per i nostri esercizi pubblici. La strada degli eventi è quella giusta, queste manifestazioni non riempiono i negozi ma sono una vetrina per tutta la città, attraverso l’accoglienza possiamo far crescere i nostri numeri». Appuntamento al 7, 9 e 10 agosto, dunque, per scoprire le novità di un evento sempre molto amato da sondriesi e turisti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA