Vini e bresaola protagonisti sui Cech
Gustosando a Buglio in Monte l’anno scorso

Vini e bresaola protagonisti sui Cech

Presentato da Porte di Valtellina il calendario che coinvolge nove paesi retici e anche orobici.

Le Cantine aprono ai visitatori nei comuni del Morbegnese. L’edizione 2017 della manifestazione, presentata ufficialmente ieri sera a Mello, ha come protagonisti nove comuni cioè Albaredo per San Marco, Ardenno, Buglio in Monte, Cercino, Civo, Dazio, Gerola Alta, Mello e Traona, che, con più di 50 associazioni e svariati piccoli produttori locali di vino, formaggi, salumi, pane e dolci, saranno pronti a impegnarsi per rinnovare il caloroso spirito di accoglienza che animerà la Bassa Valtellina nei fine settimana dal 30 settembre al 15 ottobre.

La macchina organizzativa, coordinata dal consorzio turistico Porte di Valtellina, è indaffarata per offrire ai numerosi turisti attesi in Bassa Valtellina un «autunno goloso, ricco non solo di sapori tipici e buon vino, ma anche di assaggi di tradizioni, folclore, cultura». L’edizione 2017 ripropone i consolidati percorsi Gustosando nelle Valli del Bitto e sulla Costiera dei Cech, alla scoperta di squisite ricette di antica memoria per un percorso che soddisferà tutti i cultori della buona cucina e le Cantine di Cercino, Mello e Traona, classici “giri” nelle antiche mura per la degustazione di vini di Valtellina abbinati ad assaggi di salumi, formaggi e dolci.

Sono due le novità di questa edizione: venerdì 6 ottobre le cantine di Traona apriranno le loro porte a coloro che vorranno godersi il percorso nel centro storico in assoluta tranquillità. A Mello, invece, la novità sarà Bollicine nelle corti, un mini itinerario per degustare, in un’atmosfera suggestiva, le pregiate bollicine valtellinesi, un prodotto tutto da scoprire e valorizzare. Per chi vuole degustare del buon vino senza rinunciare a splendide viste panoramiche sulla Bassa Valle verrà riproposto, per due domeniche, il Sentiero del vino, un itinerario enogastronomico, una visita guidata a piedi tra terrazzamenti, antichi borghi, massi erratici e cappelle votive.

L’unico e inimitabile salume tipico della Valle potrà essere degustato ad Ardenno e a Buglio in Monte attraverso l’itinerario di Bresaolando. La bresaola Igp della Valtellina farà da protagonista, dagli antipasti ai secondi, dagli stuzzichini ai primi piatti, un percorso per scoprire come questo ingrediente consenta combinazioni fantasiose per chi ama la leggerezza senza rinunciare al gusto. La promozione della manifestazione è affidata, oltre che a un depliant illustrativo, che raccoglie tutti gli itinerari proposti completi di menù, vini e cartine per poter scegliere il percorso che più attrae i propri gusti, anche a pagine dedicate sui social network: facebook, instagram e twitter. Sul portale www.gustosandoinvaltellina.com sarà possibile consultare tutti gli itinerari e acquistare i pass in prevendita per accedere alle degustazioni. «Questa manifestazione è unica nel suo genere poiché è capace di unire un intero mandamento, dalla sponda retica a quella orobica - dice il presidente di Porte, Stefano Scetti - valorizzando non solo le piccole realtà produttive locali, ma anche gli straordinari borghi e gli ambienti naturali nella quale è inserita. Speriamo che la numerosa partecipazione della popolazione locale e dei turisti ai vari itinerari enogastronomici possa ripagare l’intenso lavoro prestato da enti e associazioni, già da tempo impegnate per il buon fine della manifestazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA