“Viaggiano” i lavori del secondo binario
La struttura della nuova pensilina che accoglierà i passeggeri sul secondo binario (Foto by Foto Sandonini)

“Viaggiano” i lavori del secondo binario

Gia da ieri i passeggeri scesi dai treni a Morbegno hanno potuto osservare i cambiamenti in corso. Una pensilina è già montata, tra domani e giovedì prossimo sarà realizzato il marciapiede.

Tardo autunno di opere a Morbegno. Ieri in stazione i viaggiatori su rotaia hanno preso treni guardando sorgere il nuovo «secondo binario»: verso via Prada squadre di operai di Rfi, il gestore della rete ferroviaria, stanno realizzando il nuovo marciapiede, alto e adeguato all’abbattimento delle difficoltà di accesso per i diversamente abili.

È stata già innalzata la struttura portante della copertura per la nuova pensilina, e la stazione sta davvero cambiando volto. Le opere, che Rete ferroviaria italiana sta portando a compimento accelerano e Trenord, il gestore dei trasporti, da parte sua, ha annunciato possibili ritardi. Proprio in questa fase, precisamente dalle 22,30 di domani venerdì 5 dicembre alle 4,30 di giovedì 11 dicembre per «lavori programmati di potenziamento infrastrutturale nella stazione di Morbegno» alcuni treni regionali sulla Milano-Tirano «potranno accumulare ritardi di 10 minuti o essere sostituiti da autobus».

«Rfi - ha confermato l’assessore ai Lavori pubblici di Morbegno, Massimo Santi - sta proseguendo nella ristrutturazione e adeguamento della stazione, viene realizzato il nuovo marciapiede, approntate le due rampe che scenderanno nel sottopassaggio esistente. Sono le vie di accesso che dal sottopasso consentiranno di arrivare al secondo binario in sicurezza, con abbattimento delle barriere architettoniche, indicazioni e accessibilità anche per ipovedenti».

Un’altra opera, ha ancora spiegato l’assessore «è la realizzazione della scala che dal parcheggio di via Ghislanzoni consentirà di arrivare sul cavalcavia che conduce in via Forestale». Ulteriori interventi sono in corso nella zona est della stazione morbegnese.

Altri interventi

«In prossimità dell’ex magazzino Fs - ha ancora spiegato l’amministrazione cittadina - si lavora, ma lì è “cantiere Sem”. Si sta installando uno “spingitubo”, dispositivo che consentirà di fare passare le condutture del teleriscaldamento dalla zona sud alla zona nord della città. È - ha detto l’assessorato ai Lavori pubblici - anche questo un intervento atteso e risolutore, che cancella un ulteriore ostacolo con cui la città ha convissuto da anni. La Sem, la Società elettrica, sposterà le condutture che attualmente occupano incassate la parete est del sottopasso ferroviario, correranno in altro luogo, non più contigue al transito pedonale». Da parte di Rfi Rete ferroviaria italiana, ieri è arrivata la comunicazione sullo stato delle opere: «Stiamo rifacendo tutto il “piano regolatore” della stazione e i lavori saranno ultimati entro Natale. Non ci saranno disservizi nella logistica per gli utenti, solo gli interventi in corso nelle zone delimitate e un po’ di ritardi: un po’ di disagio che sarà compensato dai benefici di questi nuovi allestimenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA