Viaggi all’estero nel ricordo di Daniele  Crescono le borse di studio in suo nome
La presentazione del progetto “La voce di Daniele” nel luglio scorso

Viaggi all’estero nel ricordo di Daniele

Crescono le borse di studio in suo nome

Alternanza scuola-lavoro. Sono otto, del valore di 1.500 euro, destinate ai ragazzi dell’Itis. La famiglia e i compagni: «Voleva che altri potessero beneficiare del suo stesso percorso».

Salgono da cinque a otto le borse di studio dal valore di 1.500 euro ciascuna che permetteranno ad altrettanti studenti meritevoli dell’istituto tecnico industriale Mattei di Sondrio di vivere un’esperienza di alternanza scuola-lavoro all’estero in memoria del loro compagno di scuola prematuramente scomparso Daniele Bertolini. Il giovane morì nell’ottobre di un anno fa a seguito di un tragico incidente: travolto a Castione da un’auto mentre era a bordo del suo scooter e faceva rientro a casa (l’uomo al volante, condannato a otto anni in primo grado per omicidio stradale aggravato, stava viaggiando a 122 km/h, ubriaco e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti).

Un incremento dettato dal numero di richieste pervenute, che, all’unanimità il consiglio di amministrazione di Fondazione Pro Valtellina ha licenziato all’interno del fondo, istituito la scorsa estate per mantenere vivo il ricordo dello studente di Buglio in Monte, tassello del più ampio progetto dal titolo “La voce di Daniele”, fortemente voluto dagli stessi amici e compagni di scuola e dalla sua famiglia.

Un’iniziativa, sostenuta economicamente da Pro Valtellina, con la compartecipazione dell’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio (Ust) e della Prefettura, per non dimenticare Daniele che aveva vissuto con entusiasmo un’esperienza di stage oltre la Manica, ritornando a casa con il desiderio che altri potessero viverla.

«Fondazione Pro Valtellina conferma ancora una volta la sua grande sensibilità e attenzione nei confronti del territorio, delle sue dinamiche e, soprattutto, verso i suoi giovani che, anche grazie a queste borse di studio, potranno arricchirsi di un bagaglio di vita importantissimo» la sottolineatura del dirigente dell’Ust Fabio Molinari in una nota. «Abbiamo scelto di premiare altri tre ragazzi - oltre ai cinque precedentemente previsti nel bando -, che si sono particolarmente distinti per rendimento scolastico, oltre che per il comportamento in classe in modo da offrir loro la possibilità di vivere un’esperienza all’estero che potrà arricchirli molto, sia sul piano formativo che umano» aggiunge Marco Dell’Acqua, presidente di Pro Valtellina.

Come riferito dalla famiglia e dai compagni, «Daniele aveva espresso il desiderio che altri suoi coetanei potessero beneficiare di un percorso all’estero che lui stesso aveva potuto sperimentato e apprezzare fortemente» dice il numero uno di Pro Valtellina.

«Anche attraverso questa bella iniziativa gli studenti del Mattei potranno inoltre sentirsi idealmente ancora vicini all’amico Daniele e contribuire a tenere sempre vivo il suo ricordo» prosegue Molinari. Ma chiunque può sostenere il progetto facendo una semplice offerta a favore del fondo “La voce di Daniele” sul conto corrente intestato a Fondazione Pro Valtellina alla banca Credito Valtellinese, il cui Iban è IT21L0521611010000000004950.


© RIPRODUZIONE RISERVATA