Viabilità, turismo e difesa del territorio: «Pensiamo a una forma di autonomia»
1Raffaele Cattaneo e la delegazione regionale nella sede di Tremenda2 Il presidente del consiglio regionale ha visitato la Fic3 Cattaneo ha parlato di autonomia per la provincia di Sondrio

Viabilità, turismo e difesa del territorio: «Pensiamo a una forma di autonomia»

Il presidente del consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, lo ha detto ieri a Chiavenna. Ha parlato anche dei progetti sulla via di fuga in Val Genasca e del tunnel Mesolcina.

Autonomia, sì. La parola scelta dai vertici della Regione è proprio questa, anche se non sarà la stessa di Bolzano e Trento. E sulla viabilità, nessuna illusione. Il traforo della Mesolcina non deve finire nel dimenticatoio, ma non ci sono le risorse per realizzarlo in tempi brevi.

Ieri la tappa valchiavennasca del tour lombardo di Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale, è stata dedicata anche al futuro assetto istituzionale della Provincia di Sondrio.

«Il Consiglio regionale vuole garantire in via sperimentale una forma speciale di autonomia alla Provincia di Sondrio e alla Val Chiavenna e ora l’obiettivo è di assicurare quanto prima un seguito concreto a questo impegno - ha spiegato il presidente Cattaneo -. Questo territorio va difeso e tutelato nelle sue specificità, che sono forza e condizioni indispensabili per la tenuta del suo tessuto economico e sociale. Certo, la situazione è chiaramente diversa da quelle dei territori a statuto speciale, ma garantiremo il massimo delle competenze possibili».


© RIPRODUZIONE RISERVATA