Via l’ultimo “imbuto” sulla 36 a Bette
Quello in programma lungo la 36 consentirà di eliminare l’imbuto tra Bette e il rettilineo per San Giacomo

Via l’ultimo “imbuto” sulla 36 a Bette

Alle porte di Chiavenna verrà allargata la statale. Intanto sono iniziate le operazioni di sgombero neve dal passo dello Spluga

La zona interessata dall’imminente cantiere è quella compresa tra la fine dell’abitato di Bette di Chiavenna e il lungo rettilineo che porta ai primi tornanti verso San Giacomo Filippo. Un’area già interessata da lavori in passato con la rimozione della Casa Cantoniera e l’ampliamento della curva.

Per quanto riguarda l’iter non appena sarà terminata la procedura di acquisizione dei terreni necessari, a quanto pare si tratta di giorni, ci sarà la conferenza dei servizi per esaminare il progetto. L’intenzione è quella di completare i lavori di ampliamento entro la fine dell’anno.

L’intervento, seppur realizzato nella stessa zona, non è legato alla costruzione della nuova strada di accesso al nucleo abitato omonimo prevista dal piano integrato di intervento “Località Barini” approvato dall’amministrazione comunale di Chiavenna. Negli ultimi dieci anni gli interventi sugli 11 chilometri che collegano Chiavenna a Campodolcino sono stati molti.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola martedì

© RIPRODUZIONE RISERVATA