Via Ambrosetti, a Morbegno cantiere entro dieci giorni
Via Ambrosetti diventerà un’asse strategico nell’imminente rivoluzione della viabilità cittadina

Via Ambrosetti, a Morbegno cantiere entro dieci giorni

Il sindaco Ruggeri annuncia l’inizio dei lavori relativi al progetto, riesumato dal 2007, da 500mila euro. Si parte dal nuovo parcheggio a fianco del Credito Valtellinese per compensare la perdita di posti lungo la strada.

È pronta a partire la riqualificazione di via Ambrosetti, il vialone che unisce il centro cittadino (l’asse via Vanoni-Fabani) con la strada statale 38. «Fra una decina di giorni - anticipa il sindaco Andrea Ruggeri - si incomincerà con la realizzazione del nuovo piccolo parcheggio accanto al Credito Valtellinese che compenserà i posti auto che verranno ridimensionati con la sistemazione del viale. Poi quest’estate si passerà all’intervento più corposo sul viale vero e proprio».

Prima di quest’ultimo passaggio, però, l’amministrazione comunale si confronterà con residenti e commercianti, «perché la sistemazione del viale comporterà dei disagi, come ad esempio il temporaneo senso alternato di percorrenza del tratto stradale cittadino o il restringimento degli accessi, per questo motivo - tiene a precisare il sindaco - sarà nostra premura confrontarci prima dell’avvio delle opere con chi è titolare di attività commerciali presenti lungo la via, ma anche con chi abita in zona, anche perché i lavori si protrarranno per alcuni mesi». E aggiunge: «Si tratta di un’area destinata a cambiare faccia: in vista della futura tangenziale, infatti, che porterà fuori città il traffico della statale, viale Ambrosetti sarà a maggior ragione il biglietto d’ingresso e di imbocco al centro storico».

Per questo motivo la giunta ha rispolverato un progetto che risale al 2007 del costo di 500mila euro, «che comprende il ripensamento dei parcheggi oggi distribuiti malamente, una nuova illuminazione, la sistemazione della parte che si affaccia al complesso scolastico, degli spazi riservati ai pedoni e un abbellimento generale del viale che collega il piazzale della stazione ferroviaria con il centro», spiega ancora Ruggeri. La riqualificazione (insieme alla realizzazione della rotonda tra la statale e via Morelli e la messa in sicurezza della viabilità a Paniga, rappresenta uno dei capisaldi degli interventi pubblici del Comune) ha subìto nei mesi scorsi una battuta d’arresto «a causa delle lungaggini del progettista, ora però siamo pronti a partire con l’intervento con l’obiettivo di suddividere in due lotti un appalto unico».

Nel dettaglio, prima toccherà all’abbattimento delle barriere architettoniche nella parte sinistra del viale scendendo da via Vanoni, consentendo comunque l’accesso ai negozi, poi toccherà alla predisposizione delle alberature, «di seguito si penserà alla sostituzione dell’asfalto con blocchetti più nobili e alle zone di sosta». Nel complesso l’intero progetto comprende il ripensamento dei parcheggi, una nuova illuminazione, la sistemazione della parte che si affaccia al complesso scolastico, degli spazi riservati ai pedoni e un abbellimento generale del viale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA