Venne colpito a fucilate, torna l’autovelox in via Volta a Chiavenna
L’autovelox in via Volta

Venne colpito a fucilate, torna l’autovelox in via Volta a Chiavenna

L’impianto è stato sistemato ma ci vorranno due settimane prima che venga tarato e possa tornare in funzione

L’autovelox è tornato, ma prima di rivederlo in funzione occorreranno alcuni giorni. Il temutissimo impianto di via Volta, costato finora agli automobilisti oltre 6000 multe in tre mesi e messo fuori gioco da una fucilata a fine ottobre, è stato nuovamente installato sul palo al termine di via Volta.

Un’operazione che ha richiesto più tempo del previsto, il primo crono-programma prevedeva di finire tutto entro il 20 di dicembre, e che è costato alle casse comunali, comunque coperte da assicurazione contro i vandalismi, circa 30 mila euro. L’impianto è ancora spento e ci vorranno circa due settimane prima di poterlo riavviare completamente. Il tempo necessario per la sua taratura e per la certificazione finale di una ditta esterna. L’autovelox, e la sua distruzione sono stati il tema centrale del dibattito in tutta l’ultima parte dello scorso anno. Una valanga di multe, anche se in rapida diminuzione nelle ultime settimane , e di punti sottratti alle patenti di chi ha schiacciato troppo l’acceleratore hanno provocato molti malumori. Sfociati poi nell’insano gesto della fucilata notturna,seguito da alcune reazioni scomposte sui social, con più o meno velate minacce al sindaco Luca Della Bitta e alla Polizia Locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA