Vandali in azione a San Bernardo  Rotte le nuove luci dell’Osservatorio
Una delle colonnine dell’illuminazione sradicate a San Bernardo

Vandali in azione a San Bernardo

Rotte le nuove luci dell’Osservatorio

Ponte in Valtellina: nel fine settimana ignoti hanno sradicato le colonnine dell’illuminazione. Il danno si aggira intorno ai tremila euro - Il direttore della struttura: «Sono sconcertato».

Atto vandalico ignobile e senza senso quello compiuto a danno nell’Osservatorio astronomico Giuseppe Piazzi di San Bernardo, di proprietà del Comune di Ponte in Valtellina. Qualche notte fa ignoti hanno sradicato dal terreno tutte e sei le nuove colonnine dell’illuminazione installate da poche settimane, in occasione dei lavori di realizzazione del nuovo ingresso alla struttura costato 76mila euro (di cui il 50 per cento finanziato da Regione Lombardia tramite il bando sull’attrattività turistica). Un intervento voluto dal Comune per rendere indipendente l’accesso all’Osservatorio rispetto a quello della colonia.

«Non abbiamo ancora ultimato tutti i lavori dell’ingresso e già qualcuno ha rovinato il percorso di illuminazione – afferma il direttore dell’Osservatorio, Rino Vairetti -. Sono davvero senza parole». Ieri Vairetti ha fatto denuncia contro ignoti rivolgendosi ai Carabinieri di Ponte. Pare che i vandali abbiano agito lo scorso fine settimana. Lunedì a Vairetti è arrivata la segnalazione e così, ieri l’altro, è stato a san Bernardo per un sopralluogo. «Un disastro - afferma -. I sei corpi illuminanti sono stati strappati dal terreno. Qui si tratta di ignoranza pura, perché non oso neppure immaginare che qualcuno lo abbia voluto fare apposta, come un affronto all’amministrazione comunale. L’Osservatorio astronomico è di tutti, è un bene anzi con valore provinciale visto che siamo gli unici ad averlo in Valtellina».

Vairetti ha fatto qualche domanda ai villeggianti e pontaschi con una seconda casa nella frazione montana, ma nessuno ha visto né sentito nulla. Per di più non ci sono ancora telecamere a presidiare l’area. «Da qualche anno stiamo valutando se installarle, ma non lo abbiamo ancora fatto – spiega Vairetti -. Adesso sarà la volta buona che le metteremo per scongiurare altri problemi di questo tipo. In questo periodo a san Bernardo gira parecchia gente e, dunque, è veramente difficile individuare i responsabili. Ho fatto un sopralluogo con l’elettricista per capire se sia possibile recuperare qualche tubo o almeno qualche pezzo per non rifare tutta l’illuminazione. Il danno ammonta sui duemila o tremila euro».

Il taglio del nastro del nuovo accesso - con il quale sono state abbattute le barriere architettoniche attraverso una passerella esterna, - è, dunque, rimandato. Sono stati rifatti anche i servizi igienici ed adeguati gli spazi interni della struttura, in modo da garantire la sua piena fruizione anche durante i mesi invernali.

Il vandalismo, per fortuna, non inficia l’apertura dell’Osservatorio che prosegue le sue serate estive. Esauriti i posti per quella dell’11 agosto dedicata alle Perseidi, mentre sono aperte le prenotazioni per quella del 29 settembre. Info sul sito www.osservatoriopiazzi.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA