La Lega lancia la sfida:  Leidi è il candidato
Il candidato sindaco Alessandro Leidi, a sinistra, con Flavio Nogara e Stefano Parolari (Foto by foto menegazzo)

La Lega lancia la sfida: Leidi è il candidato

ValmadreraL’imprenditore correrà per la poltrona di sindaco «con coraggio e follia», Nogara sarà il capolista

L’impegno: «Valuteremo con buon senso cosa serve davvero. E condivideremo le scelte con tutti i cittadini»

Con «coraggio e follia», si candida sindaco per la Lega Alessandro Leidi, 46 anni – sposato, due figli – titolare col fratello Marco della “Vincit Snc” fondata dal padre Carlo; capolista sarà l’ex segretario provinciale, Flavio Nogara. È stato annunciato ieri in una conferenza stampa, alla presenza del senatore Paolo Arrigoni e di Stefano Parolari. La Lega conferma la volontà di sfidare Antonio Rusconi: il centrosinistra, nella sostanza, governa Valmadrera dal dopoguerra.

«I piedi in casa propria»

«Sono convinto – ha detto ieri Leidi - che il 70% dei miei concittadini non ne possa più di un sistema incanalato entro schemi pre 1985, che oggi non hanno più senso. Sono un topo da officina, inizio alle 5 e finisco la sera tardi, non ho ambizioni politiche, ma la vita mi ha insegnato che, se si ha un obiettivo, difficilmente si sbaglia; il mio è di dare una svolta rispetto a una gestione che non sa di trasparenza. Noi – ha assicurato Leidi - condivideremo le scelte con assemblee pubbliche, affiggeremo le informazioni nelle bacheche, come si usa in azienda; per la prima volta, i cittadini metteranno i piedi in casa propria e nei propri beni, che finora sono stati invece gestiti come “casa d’altri”».

Leidi ha parlato di «governo del buonsenso: a Valmadrera la situazione delle strade è catastrofica; solo ora l’amministrazione dice di voler asfaltare il piazzale del mercato, senza però dotarlo prima delle infrastrutture mancanti; il candidato dell’altra lista promette un parco pubblico in centro, ma basta andare al Rio Torto per vedere un’area bella in condizioni disastrose. Questa amministrazione pensa al cinema multisala: noi valuteremo col buonsenso cosa serve davvero, con un realistico indotto, che crei posti di lavoro senza far morire il resto del tessuto economico e delle attività storiche. Siamo per valorizzare ciò che abbiamo, a partire dal personale comunale; faremo un piano chiaro di emergenze, urgenze, priorità e le condivideremo con la gente». Nogara ha ricordato come «invece questa amministrazione abbia mandato in Regione persino un progetto come quello dell’area ex Fomp senza nemmeno mostrarlo ai cittadini: non per paura del dissenso, crediamo, bensì per l’arroganza del comandare».

«Ridare libertà e dignità»

Per Parolari «a Valmadrera, tuttora, i cittadini devono rivolgersi all’amministrazione col cappello in mano, ringraziando anche per ciò che è nei loro diritti: noi vogliamo ridare loro libertà e dignità. Per Valmadrera è un’occasione unica e importante per la svolta: la Lega propone un’alternativa credibile al minestrone riscaldato che vuole propinarle il Pd. Il nostro sindaco è un imprenditore e dimostra con i fatti che cosa significa saper fare e amministrare le risorse». La lista si presenterà col simbolo della Lega benché Leidi non sia tesserato e con lui ci saranno altri candidati indipendenti. Leidi, ex alunno del collegio “Volta” di Lecco, ha precisato la propria provenienza da una cultura cattolica e dal volontariato, nella “Nostra famiglia”. Il senatore Arrigoni gli ha assicurato «massimo appoggio, di tutta la struttura della Lega e mio personale come ex sindaco e parlamentare; la Lega non teme nessuno – ha concluso - Tantomeno il Pd».


© RIPRODUZIONE RISERVATA