Valfurva, il Ruinon fa ancora paura, altri distacchi di massi
Nella foto di Giuseppe Cola uno dei sassi caduti nel fine settimana dal Ruinon

Valfurva, il Ruinon fa ancora paura, altri distacchi di massi

La frana non si arresta, ieri e domenica caduti blocchi da 15 tonnellate

Il Ruinon continua a muoversi. Anche ieri, durante i sopralluoghi, sensibili i movimenti rilevati in quella che è non solo la frana più conosciuta a livello lombardo ma anche quella che desta le maggiori preoccupazioni. Perché dopo la rovinosa caduta a valle del masso meglio conosciuto come “Piramide”, una settimana fa, anche ieri e domenica dei massi di grosse proporzioni sono scesi a valle, per fortuna senza invadere la strada provinciale del Gavia (che è comunque chiusa al transito veicolare e pedonale ndr.).

Lungo il corpo frana, sia ieri che oggi, sono in corso le ricognizioni per l’intervento che mira a convogliare le acque circolanti a monte e a fianco del movimento franoso mentre mercoledì ci si concentrerà sulle ipotesi di brillamento dei massi pericolanti.

Leggi tutto su La Provincia di Sondrio in edicola e non solo


© RIPRODUZIONE RISERVATA