Valanga travolge tre scialpinisti  Ma sono illesi: escono da soli
Il lago verso il pizzo Suretta

Valanga travolge tre scialpinisti

Ma sono illesi: escono da soli

Pericolo scampato a Madesimo, sopra Montespluga

Allarme attorno a mezzogiorno e un quarto per una valanga scesa nella zona di Montespluga - Pizzo Suretta, nel territorio comunale di Madesimo, Alcuni testimoni hanno notato il distacco nevoso e, avendo visto poco prima passare quattro persone, hanno temuto che sotto alla slavina potesse esserci qualcuno.

Sono stati quindi attivati i soccorsi e sul posto sono intervenuti gli uomini del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico della Stazione di Madesimo, i militari del Soccorso alpino della Guardia di Finanza e l’eliambulanza decollata dalla base di Caiolo, oltre a una unità cinofila da ricerca in valanga (Ucv) del Cnsas; allertati anche i carabinieri della Compagnia di Chiavenna e i vigili del fuoco. Fortunatamente, però, si è potuto presto accertare che sotto la valanga non c’era nessuno.

Delle quattro persone presenti, tre sono state coinvolte; illese, sono uscite dalla valanga e sono poi rientrate autonomamente, non si è reso necessario il trasporto in ospedale. L’elicottero di Areu ha sorvolato la zona; la bonifica ha permesso di verificare che non vi fossero altri coinvolti. L’intervento di supporto dei vigili del fuoco, quindi, non si è più reso necessario, l’allarme è rientrato e si è potuto tirare un sospiro di sollievo, ma si può davvero parlare di tragedia sfiorata.

Le tre persone investite dalla slavina, infatti, sono riuscite ad uscire dalla massa nevosa, ma le conseguenze potevano essere decisamente più gravi se fossero rimasti bloccati sotto la neve. Il pensiero va alla tragedia di pochi giorni fa, al confine tra l’Alta Valtellina e la provincia di Bolzano: due scialpinisti hanno perso la vita travolti da una valanga, illesi i due compagni di cordata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA