Valanga in fuoripista al Vallone  Denunciato sciatore olandese
L’intervento dell’elicottero al Vallone

Valanga in fuoripista al Vallone

Denunciato sciatore olandese

«Con il suo comportamento ha provocato il distacco». Non indossava l’Artva

È stato denunciato per distacco colposo di valanga il cittadino olandese reo di aver causato, con il suo comportamento, la caduta rovinosa a valle del manto nevoso lungo il Vallone a Bormio 3000. Nel pomeriggio di mercoledì, attorno alle 15, ben nove le persone rimaste coinvolte da due valanghe che si sono susseguite nell’area freeride dedicata al fuoripista.

La Questura di Sondrio ieri ha annunciato che l’attività di indagine avviata dagli agenti della Polizia di Stato in “servizio di sicurezza e soccorso in montagna”, per il momento, si è conclusa con una denuncia a piede libero del cittadino olandese. Due i distinti gruppi di sciatori coinvolti nell’incidente, uno dei quali formato da padre e figlio, rispettivamente di cinquantadue e tredici anni, coinvolti da ben due valanghe verificatesi l’una a ridosso dell’altra. Entrambi sono rimasti fortunatamente illesi anche grazie al tempestivo intervento delle squadre di soccorso.

Sul posto erano giunti prontamente, oltre agli agenti in servizio, anche il personale del 118 e gli uomini del soccorso alpino presenti sulla zona con ben due elicotteri provenienti da Sondrio e da Bergamo. «Dalla ricostruzione effettuata dagli agenti della Polizia - questa la nota diffusa ieri dalla Questura -, che si sono avvalsi anche di testimonianze rese da altri sciatori, è emersa la responsabilità del 52enne olandese che pertanto, per essersi avventurato in una zona a rischio valanghe ed averne provocato il distacco con il suo comportamento imprudente, è stato segnalato, in stato di libertà, alla locale autorità giudiziaria».

L’olandese è stato inoltre sanzionato per violazione dell’articolo 14 della legge regionale - che prevede un’ammenda di 50 euro - per non aver indossato, né fatto indossare al figlio, le attrezzature idonee (il dispositivo Artva) del quale erano invece muniti tutti gli altri sciatori soccorsi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA