Vaccino, campagna “massiva”   Per tutti si parte il 12 aprile

Vaccino, campagna “massiva”

Per tutti si parte il 12 aprile

Si delineano i contorni della fase più impegnativa, quella che riguarda la maggioranza della popolazione

Cominciano a delinearsi i contorni della campagna massiva, destinata alla popolazione under 80 e over 18. C’è la data d’inizio, per quanto ufficiosa, e ci sono i poli designati.

La data è quella di lunedì 12 aprile, all’indomani della chiusura della prima fase della campagna destinata agli ultra 80enni, intesa come somministrazione della prima dose di vaccino Pfizer a tutti gli aventi diritto, 12.275 persone in provincia di Sondrio. Da quel giorno partiranno, sì, i richiami per questa fascia di popolazione, ma partirà, in contemporanea, anche la vaccinazione massiva, destinata a raggiungere 365mila persone nel territorio dell’Ats della Montagna.

Salvo modifiche dell’ultima ora saranno 4 i poli vaccinali in provincia: il 6° padiglione dell’ospedale Morelli di Sondalo, la palestra dell’Istituto tecnico industriale, di via Tirano, a Sondrio, il Polo fieristico di Morbegno e il Palazzetto dello sport, detto Palestrone, di Chiavenna.

Sul primo convergeranno i residenti in Alta Valtellina, da Livigno a Teglio, sul secondo i residenti nella Media Valtellina, da Tresivio a Colorina, sul terzo i residenti in Bassa Valtellina, da Forcola a Piantedo, e sul quarto i residenti in Valchiavenna, da Verceia a Madesimo.

Un assetto diverso da quello originariamente previsto, che dava sempre in quattro i poli vaccinali, ma su location diverse, ovvero il Palazzetto dello sport di Bormio, dove erano previste 20 linee vaccinali, il Polifunzionale di Villa di Tirano, con otto linee vaccinali, il Policampus di Sondrio, con tre linee vaccinali, e il Polo fieristico di Morbegno con 20 linee dedicate.

Di questo schema originario è rimasto in vita solo l’ultimo, al servizio del Morbegnese, anche se, allo stato attuale, indicazioni precise circa il suo allestimento non ne sono giunte.

E’ pacifico, poi, che le linee vaccinali in essere al 6° padiglione di Sondalo dovranno essere potenziate, visto che vengono meno i poli di Plaza Placheda, a Livigno, del Punto di primo intervento Areu, a Bormio, del Polifunzionale di Villa di Tirano e di Palazzo Foppoli, a Tirano.

Al via, da parte degli uomini della Protezione civile provinciale, coordinata da Luciano Speziale, l’allestimento di 16 box nella palestra di via Tirano, a Sondrio, per almeno 6-7 linee vaccinali e già ultimato l’allestimento del Palestrone di Chiavenna, da parte del Gruppo Ana Alpini del posto, in stretta collaborazione col Comune di Chiavenna e con i bimbi delle scuole, invitati ad abbellire le pareti con disegni e pensieri. Quattro le linee vaccinali realizzate negli spogliatoi, di facile accesso, perché privi di barriere architettoniche. Qui, da oggi, convergeranno anche gli over 80.

Fino alla conclusione della campagna per questi ultimi, prevista entro fine maggio, resteranno attivi anche i poli vaccinali del Policampus di Sondrio, del Pot di Morbegno, di Bormio, punto Areu, Tirano, Palazzo Foppoli, Villa di Tirano, Polifunzionale (fino al 1 maggio, ndr), Berbenno, teatro Quattro Torri, Nuova Olonio, Rsa, e Torre di Santa Maria, Tecc de tücc. E.Del.


© RIPRODUZIONE RISERVATA