Vaccini per under 60  non “fragili”: ipotesi  prenotazioni il 6 maggio
Il presidente della Lombardia Attilio Fontana, viene vaccinato

Vaccini per under 60

non “fragili”: ipotesi

prenotazioni il 6 maggio

Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, riceve una dose di AstraZeneca: «Nessun fastidio»

Si fa strada l’ipotesi del 6 maggio per le prenotazioni dei vaccini riservati ai cittadini della Lombardia non “fragili” e sotto i 60 anni.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha ricevuto oggi pomeriggio la prima dose di vaccino anti-Covid. Come previsto per gli over 60, anche il governatore Fontana è stato vaccinato con Astrazeneca. Alle 14,40 si è messo in fila presso il centro vaccinale allestito presso l’ospedale in Fiera a Milano, pochi minuti dopo è stato chiamato per l’accettazione e quindi via con la fase anamnestica e la somministrazione. Dopo i canonici 15 minuti in sala osservazione, alle 15.15 il presidente ha lasciato la struttura gestita dal Policlinico.

«Ho ricevuto una dose di Astrazeneca - ha detto e non ho sentito nessun fastidio. Sono contento di essere stato vaccinato proprio qua, uno dei luoghi simbolo della lotta al Covid, tanto è stato fatto in questo posto e quindi mi ha fatto piacere essere chiamato qui. A fine luglio avrò il richiamo. Auspico che tutti i lombardi aderiscano alla campagna vaccinale che è l’unico modo per sconfiggere il virus». «Anche oggi ho incontrato tanti cittadini - ha proseguito - e tutti si sono detti entusiasti. L’organizzazione è perfetta anche perché realizzata da tante persone che si impegnano con una dedizione incredibile e con un’attenzione incredibile nei confronti di chi si sottopone alla vaccinazione». «La Lombardia ogni giorno - ha concluso Fontana - fa oltre il 23% del totale nazionale delle somministrazioni. Abbiamo bisogno di più vaccini e auspico che l’Europa aumenti le forniture così da immunizzare il prima possibile la popolazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA