Vaccini in agosto  «E in settembre  tutto sarà finito»
La conferenza stampa dei vertici regionali della sanità per illustrare le novità nella campagna vaccinale

Vaccini in agosto

«E in settembre

tutto sarà finito»

Le fasi illustrate ieri da Bertolaso. Il giorno 12 chiuderanno tutti i centri adibiti ad hub

La campagna massiva nei centri vaccinali terminerà il 12 settembre. Lo ha ribadito ieri Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale.

Intanto si concludono domani i quattro giorni “sabbatici” per i centri vaccinali massivi della nostra provincia, che da giovedì a domenica hanno sospeso l’attività vaccinale. Tutti, ad eccezione dell’hub di Villa di Tirano, gestito dalle cooperative di medici “Valcura” e “Iniziativa medica lombarda”, quello che giovedì ha effettuato le 156 uniche somministrazioni che risultavano dal portale di Regione Lombardia.

Precisamente 92 prime dosi e 64 richiami, che come tali non hanno certamente prodotto gli effetti dei numeri dei giorni scorsi. Tuttavia le prime dosi totali somministrate in provincia di Sondrio erano a giovedì 121.816, e le seconde dosi 94.824. Capaci di garantire una copertura media provinciale per prima dose molto alta, seconda in tutta la regione e pari al 79,17, così come alto è il livello della copertura totale, prossimo al 62%.

Chiaro che, con queste performance, assicurare una boccata d’ossigeno ai poli vaccinali di Sondalo, Sondrio, Morbegno e Chiavenna, in pista dal 12 febbraio scorso, non costituisce un problema, tant’è che la sospensione è stata pianificata tempo fa, in relazione anche al venir meno della necessità di effettuare richiami, e al puro scopo di garantire un minimo di riposo al personale medico, paramedico, amministrativo e volontario. Anche perché, poi, ad agosto l’attività vaccinale non si fermerà.

Di una «Regione aperta per ferie» ha parlato ieri in conferenza stampa Letizia Moratti, vicepresidente ed assessore regionale al Welfare, nell’annunciare, al fianco del presidente Attilio Fontana, dell’assessore Pietro Foroni e di Guido Bertolaso, la prosecuzione delle somministrazioni per tutto il mese d’agosto, fino a sua completa ultimazione entro l’avvio dell’anno scolastico.

«Contiamo di chiudere con l’ultima puntura di prima dose il 12 settembre prossimo - ha detto Bertolaso - In quella data la campagna massiva strutturata sui grossi centri sarà completata. Con ottime performance, perché ulteriori intoppi in termini di forniture non sono previsti. Quei timori, poi verificatisi su luglio, oggi non ci sono».

Cosa accadrà il giorno dopo il termine della campagna vaccinale massiva, dal 12 settembre in poi, non è ancora chiaro, ma, Letizia Moratti, vicepresidente ed assessore regionale al Welfare, ci sta già lavorando.

«Rispetto ad un eventuale richiamo del vaccino anti Covid, al momento - ha detto, ieri, in risposta alle domande dei giornalisti -, non abbiamo avuto alcuna indicazione da parte del Comitato tecnico scientifico e dall’Istituto superiore di sanità. Sono loro, sono questi organismi, formati da scienziati esperti in materia, a doversi pronunciare, tuttavia, noi, ci stiamo predisponendo ad una eventuale terza dose, in modo da farci trovare, al bisogno, pronti».

Una somministrazione che, in caso di necessità, tuttavia, non verrà più effettuata in grossi centri, cosiddetti, massivi. Palestrone, Polo fieristico, palestra del De Simoni-Quadrio, per quanto riguarda la nostra provincia, torneranno ai loro, usuali, utilizzi «come è giusto che sia - ha detto Moratti - perché non possiamo occupare per così lungo tempo 91 strutture disseminate su tutto il territorio regionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA