Vaccini, giorni riservati agli over 60  Giovani: tutto esaurito fino a luglio
Si riaprono le vaccinazioni per gli over 60 (Foto by gianatti)

Vaccini, giorni riservati agli over 60

Giovani: tutto esaurito fino a luglio

La campagna Ats ha aperto delle finestre in 33 piccoli Comuni, senza prenotazione per gli ultra sessantenni

C’è una seconda possibilità per gli over 60 che non hanno ancora prenotato la loro dose di vaccino. In Lombardia si tratta di una fetta di popolazione risultata più “riottosa” di altre, soprattutto, la 60-69 anni, per cui la Regione ha varato un’azione di sensibilizzazione alla vaccinazione mirata, condotta in con Anci, l’Associazione italiana dei Comuni.

E destinata, quindi, a 4mila cittadini residenti o dimoranti nel territorio dell’Ats della Montagna e, precisamente, in 33 Comuni con meno di 3mila abitanti della provincia di Sondrio, in 11 dell’Alto Lario e in tre della Valcamonica. Ai cittadini domiciliati in queste località, è offerta la possibilità di accedere direttamente, senza prenotazione, al centro vaccinale massivo che serve la loro zona, in giorni e orari stabiliti. Mentre tutti gli over 80 che hanno già prenotato il vaccino, dovranno rispettare la data di prenotazione.

Per la precisione, con riguardo alla Valchiavenna, possono convergere sul Palestrone di viale Maloggia, lunedì prossimo, dalle 9 alle 10, gli over 60 di Verceia, dalle 10 alle 12, gli over 60 di Campodolcino, e dalle 12 alle 13, quelli di San Giacomo Filippo.

Sempre lunedì, fra le 13 e le 15, potranno accedere al Polifunzionale di Villa di Tirano, gli over 60 di Bianzone, mentre, venerdì 11, lo potranno fare i coetanei di Castello dell’Acqua.

Al 6° padiglione del Morelli di Sondalo, sempre lunedì 7, dalle 9 alle 12.30, sono, invece, attesi gli over 60 di Valfurva, e dalle 12.30 alle 13, i loro coetanei di Vervio.

Più nutriti i calendari di Morbegno, con 12 Comuni coinvolti, e di Sondrio, con 14 Comuni.

Al Polo fieristico morbegnese, si parte martedì 8, con la chiamata, fra le 16 e le 18.30, degli over 60 di Traona, e, dalle 18.30 alle 19, con quelli di Bema. Venerdì 11 giugno, fra le 16 e le 17.30, spazio agli anziani di Piantedo, e fra le 17.30 e le 19, di Civo. Sabato 12, fra le 16 e le 17, chiamata per Mello, fra le 17 e le 18 per Cercino, e fra le 18 e le 19, per Mantello. Infine, domenica pomeriggio, tocca ad Andalo, fra le 16 e le 16.45, seguita da Rogolo, 16.45-17.30, da Cino, 17.30-18.15, da Rasura, 18.15-19, e da Gerola Alta, sempre nello stesso orario.

Infine, alla palestra De Simoni-Quadrio, di via Tirano, a Sondrio, over 60 convocati martedì 8, in orario 16-18.30, da Spriana e da Albosaggia, e 18.30-19 da Caiolo. Giovedì 10, da Tresivio, dalle 16 alle 17.30, e da Poggiridenti, dalle 17.30 alle 19. Venerdì 11, fra le 16-16.30 spazio a Torre di Santa Maria, fra le 16.30 e le 17.30 per Caspoggio, fra le 17.30 e le 18.30 per Castione, e fra le 18.30 e le 19 per Postalesio.

Sabato, di turno, è Montagna in Valtellina, dalle 16 alle 18.30, e Faedo, dalle 18.30 alle 19. Infine, domenica 13 giugno, si chiude con gli over 60 di Piateda, dalle 16 alle 17.30, poi Colorina, dalle 17.30 alle 18.30, e Forcola, dalle 18.30 alle 19. Ovviamente occorre raggiungere il centro vaccinale muniti di tessera sanitaria.

Uno sforzo ulteriore, messo in campo da Ats e Asst che, a ieri, hanno già somministrato 118.040 vaccini, di cui 78.385 prime dosi, e 39.655 richiami. Siamo al 50,94% della copertura per prima dose, a livello provinciale, secondi solo a Lecco, al 54,68%, e a Como, al 52,06%. Con un incremento percentuale, ieri su giovedì, dello 0,9%, pari a 1.958 dosi inoculate.

E con l’apertura delle prenotazioni dai 12 ai 29 anni, le agende sono già sature fino all’11 luglio, in quasi tutti i centri vaccinali, salvo Villa di Tirano e Sondrio. Tant’è che Asst sta già provvedendo ad aprire nuove agende per soddisfare le richieste dei cittadini valtellinesi che non si sono ancora prenotati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA