Vaccinazioni in provincia  I posti liberi sono 9.200
Il centro vaccinale di Sondrio riapre nel fine settimana dalle 8 alle 19

Vaccinazioni in provincia

I posti liberi sono 9.200

La disponibilità fino al 5 settembre. Già prenotate 5.600 somministrazioni di prime dosi

Da oggi al 5 settembre in provincia di Sondrio ci sono 9.200 posti liberi per vaccinarsi, mentre 5.600 sono gli utenti già prenotati per la prima dose che entro pochi giorni faranno salire a oltre 133 mila il numero degli aderenti alla campagna vaccinale su un totale di 153.874 vaccinabili, ovvero con più di 12 anni.

Per chi ancora non l’ha fatto c’è la possibilità di prenotarsi sul portale della Regione Lombardia con la comodità di avere l’appuntamento in 48 ore per gli studenti, entro pochi giorni per tutti gli altri. Rimane inoltre il libero accesso presso i centri vaccinali, nei giorni e negli orari di apertura, secondo il calendario già definito fino al 3 settembre, per gli ultrasessantenni, il personale docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado, gli operatori sanitari e sociosanitari.

«L’aspetto positivo è l’alta percentuale di persone che hanno deciso di vaccinarsi, pari all’87% della popolazione residente vaccinabile - commenta il direttore sociosanitario di Asst ValtLario Paolo Formigoni -un dato più alto rispetto alla media regionale: con un ulteriore scatto si arriverebbe al 90% e oltre qualora chi, per vari motivi, non l’avesse ancora fatto, si prenotasse. In questi giorni assistiamo a un rallentamento nelle nuove prenotazioni ma ci auguriamo che, a fronte della disponibilità di vaccini e della possibilità di ottenere l’appuntamento entro pochissimi giorni, le persone non vaccinate si prenotino. Da parte nostra da aprile, con l’inizio della campagna vaccinale massiva, operiamo per garantire le condizioni ideali per aumentare l’adesione alla vaccinazione che rappresenta l’unico modo per uscire dalla crisi pandemica. Per il sistema sanitario si tratta di uno sforzo eccezionale di cui ringrazio il nostro personale per l’impegno e la dedizione e i volontari del Coordinamento provinciale della Protezione civile che forniscono ogni giorno un supporto fondamentale per gestire il flusso degli utenti».

Con l’obiettivo di offrire a tutti l’opportunità di vaccinarsi, il personale dell’Asst in questi giorni ha chiamato i cittadini che nei mesi scorsi erano risultati temporaneamente non idonei e chi a suo tempo aveva rifiutato AstraZeneca: molti di loro hanno fissato l’appuntamento per la prima dose del vaccino.

Fino al 3 settembre i centri vaccinali massivi sono aperti nei seguenti giorni: Sondalo, al sesto padiglione dell’Ospedale Morelli, il 27 agosto dalle 8 alle 13, il 28 dalle 8 alle 19, il 29 dalle 8 alle 19, il 30 e 31 dalle 8 alle 19; l’1, 2 e 3 settembre dalle 14 alle 19; Villa di Tirano, presso il Polifunzionale, il 27 dalle 8 alle 12; il 30 e 31 dalle 8 alle 19; l’1, 2 e 3 settembre dalle 14 alle 19; Sondrio, presso la palestra dell’Istituto “Quadrio-De Simoni”, il 28 dalle 8 alle 19, il 29 dalle 8 alle 19; il 30 e 31 dalle 8 alle 19; l’1, 2 e 3 settembre dalle 14 alle 19; Morbegno, presso il Polo Fieristico, il 28 dalle 8 alle 19, il 29 dalle 8 alle 19; il 30 e 31 dalle 8 alle 19; l’1, 2 e 3 settembre dalle 14 alle 19; Chiavenna, presso la palestra di viale Maloggia, il 27 dalle 14 alle 19, il 28 dalle 8 alle 19, il 29 dalle 8 alle 19, il 30 e 31 dalle 8 alle 19; l’1, 2 e 3 settembre dalle 14 alle 19.


© RIPRODUZIONE RISERVATA