Vaccinazioni, 24 farmacie su 72 aderiscono alla campagna  Ma nessuna a Sondrio (per ora)

Vaccinazioni, 24 farmacie su 72
aderiscono alla campagna

Ma nessuna a Sondrio (per ora)

Il presidente: «Primo step diventare farmacisti somministratori»

La data di avvio della campagna vaccinale anti Covid nelle farmacie non è ancora stata fissata, ma sono già 24 su 72, e potrebbero aumentare, le farmacie della provincia di Sondrio che hanno aderito al progetto varato da Governo, Regione e Federfarma.

Lo assicura Cesare Mazzocchi, presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Sondrio e titolare dell’omonima farmacia di via Garibaldi, a Morbegno, fra quelle che hanno aderito.

«Ci è stato chiesto di dare la nostra disponibilità, a stretto giro di posta, entro mercoledì scorso - dice Mazzocchi -, per cui, alcuni, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e hanno dato la disponibilità, altri, probabilmente, avrebbero voluto vedere maggiormente chiariti il loro dubbi. Penso, comunque, che la possibilità di aderire verrà offerta ancora, più avanti, e penso che potrebbero esserci ulteriori disponibilità».

Anche perché, ora, l’impegno e l’organizzazione necessarie per garantire la somministrazione è stato meglio chiarito a livello governativo e regionale.

«Il primo step è diventare farmacisti somministratori - sottolinea Mazzocchi - e, per questo, stiamo seguendo tutti un corso online, molto serio, di 16 ore, predisposto dall’Istituto superiore di sanità. Tutti abbiamo già avuto accesso al primo modulo, ora, da domenica, ci verrà dato accesso al secondo. A quel punto saremmo pronti per effettuare il servizio che, per noi, è del tutto nuovo, in quanto i farmacisti non effettuano iniezioni, in farmacia».

Non possono, neppure, farlo, anche per questo, la vaccinazione, costituisce una novità tale per la categoria da impensierirla. «A certificare la nostra idoneità - spiega Mazzocchi - sarà un medico, che dovrà assistere alla nostra prima somministrazione e rilasciare un attestato, se tutto sarà andato per il meglio, di compiuta esercitazione pratica per l’inoculazione. A quel punto, diventiamo vaccinatori».

Significativo, per Federfarma provinciale, anche il fatto che abbiano aderito ben quattro farmacie di paese, dove il presidio è garantito da un solo collega. «E’ il caso della farmacia comunale di Civo - dicono dalla segreteria di Federfarma - ma anche di Campodolcino e Madesimo e di Buglio in Monte, dove, il farmacista, ha un solo borsista».

Stupisce l’assenza, nell’elenco dei 24, delle farmacie di Sondrio. Neppure una, su sei, al momento, ha aderito. Ci sono, invece, oltre alle quattro suddette, le farmacie Della Valchiavenna, di Chiavenna, Emmepi, di Bormio, Pighetti, di Nuova Olonio, Margolfo e Frosio, di Ardenno, Artemisia e Ferri, entrambe di Tirano, Corti, di Novate Mezzola, Mazzocchi, di Morbegno, Orseniga, di Lanzada, Semino, di Traona, Mele, di Mese, Ferri, di Delebio, Masprone, di Mazzo, Bandera, di Samolaco, e Gusmeroli, di Montagna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA