Vaccinazione senza la prenotazione  Dal giorno 7, ma solo se iscritti al sistema
Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti

Vaccinazione senza la prenotazione

Dal giorno 7, ma solo se iscritti al sistema

La precisazione della Regione dopo l’uscita dell’assessore Moratti

Nemmeno la chiarezza è una delle doti che si possono attribuire alla Regione Lombardia, nella disastrata gestione delle vaccinazioni.

È dovuto intervenire infatti il consulente Guido Bertolaso per spiegare una comunicazione poco chiara da parte dell’assessore al Welfare Letizia Moratti che ha ingenerato soltanto confusione: sabato Moratti - via Twitter, i vecchi, chiari comunicati stampa sono ritenuti superati - aveva scritto che dal 7 aprile gli anziani over 80 non ancora convocati avrebbero potuto recarsi liberamente nel centro più vicino ed essere vaccinati. Il che era stato interpretato come “tutti” gli anziani over 80. Ma non è così.

In realtà, come ha spiegato poi Bertolaso, questo vale soltanto per gli anziani che già si sono iscritti nel sistema Aria In pratica, chi si è iscritto nel sistema regionale già da tempo - tramite internet o in farmacia o il medico di famiglia - e ancora non è stato convocato, dal 7 all’11 aprile potrà presentarsi direttamente al centro vaccinale più vicino, munito di carta di identità e tessera sanitaria. Chi è stato già convocato, dovrà andare dove indicato.

Gli anziani che invece non hanno ancora comunicato la loro adesione al sistema informatico regionale, potranno aderire soltanto a partire dal giorno 7 prenotandosi attraverso il sistema di Poste Italiane, e verranno chiamati per le vaccinazioni dopo il giorno 11.

La prenotazione si può effettuare sul portale internet

https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

oppure al numero del call center 800.894.545 oppure tramite gli sportelli automatici Postamat o, infine, attraverso il portalettere. Si otterrà la ricevuta con l’indicazione del giorno della vaccinazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA