Vaccinazione, da mezzanotte  prenotazioni per i cinquantenni
Da domani anche gli over 50

Vaccinazione, da mezzanotte
prenotazioni per i cinquantenni

Previsti i soliti canali: web, sportelli automatici delle Poste o tramite i portalettere

La campagna vaccinale contro il coronavirus in Italia si fa sempre più di massa: da domani, anzi dalla mezzanotte di oggi (ma qualcuno ha segnalato, anche per l’avvio delle altre fasi, la possibilità di accedere già una decina di minuti prima) saranno aperte le prenotazioni agli over 50.

«La campagna vaccinale – ha sottolineato il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana – procede spedita. Purtroppo, a causa della carenza di vaccini abbiamo dovuto rallentare, infatti il generale Figliuolo ha abbassato il target per la nostra regione, che ora si attesta intorno alle 85.000 inoculazioni al giorno. Voglio comunque sottolineare che la Lombardia è l’unica, insieme ad altre due regioni, ad avere mantenuto e superato i target».

Fontana ha poi commentato anche la circolare emessa dal Ministero della Salute, dopo la decisione del Comitato tecnico scientifico di allungare i tempi del richiamo per coloro che hanno ricevuto la prima dose di Pfizer e Moderna.

«A partire da venerdì 7 maggio, dunque – ha aggiunto – gli appuntamenti per la seconda dose di Pfizer e Moderna saranno fissati nella sesta settimana (35-42 giorni) e non più a 21 o 28. Nulla cambia per coloro ai quali è già stata somministrata la prima dose e hanno già l’appuntamento per il richiamo. In questo modo potremo coinvolgere almeno con la prima dose un numero maggiore di persone».

Le modalità di prenotazione delle vaccinazioni, anche per gli over 50, sono sempre le stesse, vale a dire: attraverso il portale di Poste Italiane (prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it); portalettere; sportelli Atm di Poste Italiane; numero verde 800.894545.

Intanto, serrano i ranghi, Asst Valtellina e Alto Lario e Ats della Montagna per la campagna vaccinale massiva, entrata ormai, nel vivo, e che approccia la settimana entrante con l’apertura delle prenotazioni agli appartenenti alla fascia 50-59 anni, una delle più impegnative per popolazione coinvolta.

Si mette la quarta, quindi, al 6° padiglione del Morelli, al Polifunzionale di Villa di Tirano, alla palestra del De Simoni-Quadrio di Sondrio, al Polo fieristico di Morbegno, e al Palestrone di Chiavenna. «Per dar corso a tutte le prenotazioni in agenda, circa 15mila in sette giorni, con una media di oltre 2mila al giorno - precisano da Asst Valtellina e Alto Lario -, i centri vaccinali massivi saranno organizzati su due turni, anziché uno, come avvenuto fino ad ora, con il doppio degli operatori fino ad oggi coinvolti.

Dalle 8 alle 14 verranno somministrate le prime dosi di vaccino - spiega ancora Ats - mentre, dalle 14 in avanti, toccherà ai richiami. Con équipe formate da medici ospedalieri e dei presidi territoriali, da infermieri e impiegati amministrativi dipendenti da Asst e con alcuni medici di base». S.Zam.


© RIPRODUZIONE RISERVATA