Va meglio al Morelli  Ma arrivano sempre  nuovi ammalati

Va meglio al Morelli

Ma arrivano sempre

nuovi ammalati

Ieri a Sondalo un morto e sette ricoveri

Calano i decessi al centro covid Morelli di Sondalo, uno solo fra le 10 di giovedì e la stessa ora di ieri, il lasso di rilevazione di Asst Valtellina e Alto Lario, per un totale di 121 morti dal 2 marzo scorso in questo ospedale.

Resta a 117 il dato dei decessi fornito da Ats della Montagna nel suo report quotidiano, anche se dato, ancora, in aggiornamento. Decisamente, meno pressione, quindi, su questo terribile fronte, quello dei morti accertati covid, arrivati a quota 12.050 a livello regionale, + 199 rispetto al giorno precedente, anche se aumentano, va detto, sempre meno, mentre resta osservato speciale il dato riferito ai nuovi ricoveri e ai nuovi contagi.

Rispetto ai ricoveri al Morelli, gli ultimi censiti sono sette, quattro donne e tre uomini, un dato costante da alcuni giorni a questa parte e che, certamente, deve indurre ad una certa prudenza e al rigore nel rispetto delle prescrizioni.

Costante anche il dato sulle dimissioni, cinque nella giornata di ieri, tutte di sesso maschile, mentre, con riguardo ai tamponi, 180 quelli effettuati dagli operatori Asst nella giornata di venerdì, contro nove esiti positivi pervenuti nello stesso giorno e 63 negativi.

«L’evoluzione dei dati complessivi è sicuramente positiva - sottolinea Tommaso Saporito, direttore generale di Asst Valtellina e Alto Lario - soprattutto se confrontata con la situazione pesantemente negativa delle scorse settimane, ma, come evidenziato, i ricoveri continuano e, questo, ci deve allarmare, perchè significa che ci sono ancora persone che si ammalano, spesso in maniera grave o molto grave». Oltretutto, come annunciato, la positività è ancora fra noi. Dodici i nuovi casi accertati, che portano il totale Ats a quota 740.


© RIPRODUZIONE RISERVATA