Va a raccogliere patate, multato  «Violata la mia libertà personale»
Giuseppe Pruneri impegnato a raccogliere le sue patate a Grosio

Va a raccogliere patate, multato

«Violata la mia libertà personale»

Doppio verbale da 400 euro per l’imprenditore Pruneri di Grosio e la compagna

Essersi recato con la propria convivente a raccogliere le patate in Valgrosina e aver pranzato in baita è costato davvero caro all’imprenditore Giuseppe Pruneri “Scarì” di Grosio, che si è visto affibbiare un doppio verbale da 400 euro ciascuno da parte dei militari del Corpo forestale dei carabinieri. Pruneri ha pagato a caro prezzo il proprio amore viscerale per la Valgrosina, nella quale si reca appena ha un briciolo di tempo anche per opere di salvaguardia del territorio, realizzate di sua sponte. «È stata palesemente violata la libertà personale - commenta - e inoltre in questo periodo di crisi con difficoltà per tutti, quella cifra l’avrei utilizzata più volentieri per pagare i dipendenti».

«A parte che le baite sono isolate e quindi perfetto per evitare il contagio, quindi non capisco perchè le vietino - dice Pruneri - Poi pensavo che tornando a valle con i forestali non avrei dovuto pagare, invece abbiamo preso la multa e allora sono tornato a prendere le patate, ma quanto mi sono costate».

La Forestale replica che la sera prima a Malghera era nevicato e che Pruneri a mezzogiorno non aveva ancora iniziato a zappare anche se aveva dichiarato di essere arrivato alle 8 del mattino


© RIPRODUZIONE RISERVATA