«Una nuova vita per il polo fieristico»
La recente mostra del collezionismo, una delle tante iniziative organizzate al polo fieristico

«Una nuova vita per il polo fieristico»

I lavori voluti dall’ente montano hanno portato ad un aumento delle presenze e delle richieste. Borromini: «Visitatori ed espositori si appoggiano alle strutture ricettive della zona. Anche questo conta»

«L’impegno nel rilancio del polo fieristico è ripagato dai risultati che mostrano un segno positivo nel numero e nel richiamo degli eventi organizzati, ma anche valori di bilancio che rendono la struttura sostenibile».

Così il presidente della Comunità montana di Morbegno, Christian Borromini parla della struttura fieristica provinciale che a Morbegno sta vivendo «un nuovo periodo – dice – dopo anni di difficoltà, sottoe dubbi sul suo futuro. Abbiamo investito non solo economicamente nella riqualificazione degli spazi, ma anche in progettazione e idee, rendendo appetibile il polo a soggetti diversi che comprendono società di spettacolo, aziende, organizzatori di fiere, mostre, convegni. I numeri sono tornati a crescere e le richieste per prenotare la struttura lo hanno fatto di pari passo. Sono molte le conferme di chi dopo una prima esperienza al polo richiede nuovamente la struttura per l’anno successivo e questo è un segnale più che positivo».

Il presidente della Cm, proprietaria della struttura, parla inoltre delle ricadute economiche sul territorio:«Una struttura di questo tipo che funziona ed è attiva richiama visitatori, espositori, partecipanti che necessariamente fanno riferimento non solo al polo fieristico ma anche alle attività ricettive della zona – afferma – e anche questo va considerato come ritorno economico. L’autunno ha visto di nuovo al polo fieristico la Mostra del Bitto e più recentemente la Fiera di autunno, con grande partecipazione di pubblico e prospettive di rinnovo di queste presente anche per l’anno prossimo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA