Un centinaio alla festa dei coscritti  Trenta multe nel rifugio-ristorante
la caserma sede della Compagnia Carabinieri di Tirano

Un centinaio alla festa dei coscritti

Trenta multe nel rifugio-ristorante

Blitz dei carabinieri di Tirano in un ristorante a Bormio 2000

Da domani la Lombardia è zona bianca, le misure di contenimento del contagio da Covid-19 si stanno progressivamente allentando e, parallelamente, aumenta la voglia di “normalità”.

È stato probabilmente questo a spingere un centinaio di persone dell’Alta Valtellina ad organizzare una festa dei coscritti in quota, in un ristorante-rifugio a Bormio 2000. Festeggiamenti che, però, costeranno cari ai partecipanti.

Sabato sera, infatti, i carabinieri della Compagnia di Tirano hanno effettuato una serie di controlli, andando proprio a scoprire i festeggiamenti all’interno del ristorante bormino.

E i militari dell’Arma hanno rilevato, da quanto appreso, diverse irregolarità in merito alle disposizioni ancora in vigore per via dell’emergenza sanitaria.

Di numeri, al momento, non se ne conoscono con precisione, ma pare, come detto, che fossero un centinaio i partecipanti alla festa di coscrizione, tutti della zona, ma non sarebbero così tante le multe comminate dai carabinieri.

Sembrerebbe, invece, che siano una trentina le contravvenzioni elevate, per lo più multe da 400 euro comminate ai coscritti che non stavano rispettando le norme anti-Covid.

Non si sa, invece, se ci siano state conseguenze per i titolari del locale, in cui si stava svolgendo la rimpatriata, ma appare probabile che anche i ristoratori siano stati sanzionati.

La speranza ora è che l’assembramento illecito non causi problemi più gravi come un focolaio in Alta Valtellina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA