Ucciso da ubriaco a volante, prefetto di Sondrio scrive alla famiglia di Daniele
Daniele Bertolini, di Buglio in Monte, travolto e ucciso da un'auto a Castione venerdì notte

Ucciso da ubriaco a volante, prefetto di Sondrio scrive alla famiglia di Daniele

«Come sarebbe bello creare un fondo in memoria di Daniele: se il sindaco di Buglio e il parroco vorranno - ha scritto -, moltissima gente di buona volontà risponderà».

Il prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia, ha rivolto un messaggio alla famiglia e agli amici di Daniele Bertolini, il 18enne di Buglio in Monte travolto e ucciso da Mirza Trokic, 38enne che guidava ubriaco al volante di una Volkswagen Passat, poi arrestato dalla Polstrada di Sondrio per omicidio stradale. L’uomo è ora in carcere e sarà interrogato lunedì dal gip.

Il prefetto si è detto disposto a incontrare i genitori di Daniele, proponendo la creazione di un fondo a suo nome. «Come sarebbe bello creare un fondo in memoria di Daniele: se il sindaco di Buglio e il parroco vorranno - ha scritto -, moltissima gente di buona volontà risponderà... Sono certo che tutti vi saranno vicini perché Daniele era buono, era amato e sarà amato per sempre».


© RIPRODUZIONE RISERVATA