Ubriaco alla guida  investe ciclista e scappa  Preso a Talamona
L’auto del pirata della strada, evidenti i punti di impatto del ciclista investito a Dubino

Ubriaco alla guida

investe ciclista e scappa

Preso a Talamona

Dubino Un automobilista di 22 anni di fuori provincia

Omissione di soccorso, fuga e lesioni. Sono le ipotesi di reato contestate ad un 22enne di fuori provincia, di cui non sono note le generalità, partito da Siena con l’intento di raggiungere la Germania e lì di sistemarsi e cambiare vita, ma il cui proposito è sfumato nel tardo pomeriggio di lunedì a Dubino.

Erano circa le 17,30, quando, complice lo stato di alterazione alcolica con il quale si era messo alla guida della sua Hyundai i10, in zona cimitero a Dubino, si è immesso da una strada laterale sulla provinciale Valeriana, prendendola in contro mano e, in questo modo, urtando frontalmente un ciclista che procedeva, regolare, sul proprio senso di marcia, cioè da Traona verso Dubino.

Un colpo non da poco, per l’appassionato delle due ruote, Federico Rossi, 48 anni, nativo di Morbegno, ma residente a Rogolo, che, prima ha cozzato contro il parabrezza e il tetto della macchina, poi, è finito pesantemente a terra, riportando una serie di traumi che ne hanno richiesto il ricovero, in codice giallo, in ospedale a Sondrio.

Foto della targa

Ma non è finita qui, perché, sempre annebbiato dall’alcool, il conducente dell’auto, invece di fermarsi, ha tirato dritto, non riuscendo, tuttavia, a far perdere le proprie tracce. E questo per il fatto che un automobilista in transito, l’ha seguito, ha scattato la foto dell’auto pirata con tanto di targa e l’ha inviata alle forze dell’ordine.

Immediato, infatti, l’intervento, della pattuglia della Polizia stradale di Mese, che si è data all’inseguimento del fuggitivo e ha diramato ai colleghi i connotati dell’auto ricercata.

Il cui conducente, pur se in modo scomposto, ha proseguito lungo la Valeriana, sbattendo a destra e a manca, e, una volta giunto a Campovico , frazione di Morbegno, si è pure fermato per rompere definitivamente il parabrezza, dal quale, scheggiato dall’impatto col ciclista, non riusciva a intravedere la strada. Vi ha, quindi, creato con i pugni, un varco vero e proprio e, a quel punto, si è rimesso alla guida con l’intenzione di raggiungere la stazione di Talamona e, da lì, prendere il treno e darsi alla fuga.

Solo che, i poliziotti, grazie alle molteplici segnalazioni giunte dalla cittadinanza, che ha notato l’incedere scomposto della Hyundai tutta ammaccata, e grazie al fatto che un residente in zona stazione a Talamona ne ha segnalato la presenza, sono giunti prima del treno e l’hanno braccato. Nel mentre una seconda pattuglia è giunta in supporto dalla Stradale di Sondrio e, il giovane è stato tradotto in ospedale, a Morbegno, per essere sottoposto ai controlli di rito, dai quali si è evidenziato un tasso alcolemico fuori posto.

Sull’auto, infatti, probabilmente trasformata in una casa viaggiante, il giovane, oltre alle valigie, aveva un po’ di tutto, cibo e alcolici. Inevitabile, per lui, la denuncia in stato di libertà e il sequestro di entrambi i mezzi, laddove, per il recupero dell’auto, è intervenuto il Consorzio Soccorso Valtellina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA