Turismo sportivo, filone d’oro  Con i ritiri quasi 9mila presenze
Il team di basket del Red October Cantù in visita alle cascate dell’Acquafraggia

Turismo sportivo, filone d’oro

Con i ritiri quasi 9mila presenze

Una quarantina le società sportive giunte in Valchiavenna (alcune tra le più blasonate). In sei anni risultati in crescendo, ma per accogliere gli atleti vengono investiti 70mila euro l’anno

Sono 8.800 i pernottamenti legati direttamente al turismo sportivo in Valchiavenna per il 2018. Questo il dato diffuso ieri dal Consorzio di Promozione Turistica quando ormai la stagione di ritiri e campus delle società sportive volge al termine. «Un bilancio più che positivo – commentano dal Consorzio - che consolida il rapporto tra la Valchiavenna e lo sport. Iniziato alcuni anni or sono, si è intensificato stagione dopo stagione». L’impegno economico per la valle è di circa 70 mila euro l’anno. Una decina le società sportive di volley e basket della massima serie che hanno scelto la Valchiavenna quale sede per i loro ritiri, oltre alle nazionali italiana under 19 femminile di pallavolo e alla federazione svizzera di basket per tutte le categorie. Una quarantina, in tutto le società coinvolte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA