Troppo disturbo dalla discoteca  Il Comune ordina interventi
Il sindaco di Cosio Valtellino, Alan Vaninetti (Foto by foto Sandonini)

Troppo disturbo dalla discoteca

Il Comune ordina interventi

Cosio Valtellino, provvedimento a carico dell’Elisir dopo i controlli Arpa. Il sindaco: «Si tratta di un atto dovuto dopo il risultato dei rilevamenti».

Troppo disturbo dalla discoteca e il Comune ordina interventi per la limitazione delle emissioni rumorose. Il provvedimento è a carico della discoteca Elisir che in via Marcia a Cosio Valtellino e fa seguito a un esposto che ha raggiunto gli uffici comunali lo scorso ottobre con il quale venivano dichiarati disturbi di natura acustica causati dall’esercizio pubblico. Pochi giorni dopo si è dato avvio al procedimento di controllo del presunto inquinamento acustico e a fine novembre il titolare della discoteca, Livio Franzina, ha inviato al Comune una comunicazione ufficiale con cui si impegnava a «far verificare i livelli di rumorosità della propria attività commerciale con l’affidamento dell’incarico a un tecnico specializzato».

Dieci giorni fa, Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) ha trasmetto al comune di Cosio Valtellino l’esito delle rilevazioni acustiche eseguite dall’abitazione di chi segnalò il disturbo. Il limite differenziale di immissione in periodo notturno, secondo quanto rilevato da Arpa, risulta superato di oltre il triplo sia nella condizione di finestre aperte che di finestre chiuse. Per questo l’ordinanza impone al gestore della discoteca di adottare immediatamente tutti gli accorgimenti necessari a limitare i rumori in particolare verso le aree confinanti con le abitazioni, predisporre e trasmettere al Comune entro 30 giorni un piano di bonifica con gli interventi finalizzati alla riduzione del rumore in modo da rispettare i limiti di legge e darvi attuazione entro 90 giorni.

«Un atto dovuto – afferma il sindaco Alan Vaninetti – a seguito dei risultati dei rilevamenti di Arpa. Come ente locale siamo tenuti all’ordinanza e a imporne il rispetto. Diversamente, ci muoveremo per farla attuare o prendere i provvedimenti conseguenti». Il problema dell’inquinamento acustico non è il solo legato alla presenza della discoteca Elisir in paese: da tempo gli abitanti hanno segnalato urla e schiamazzi in piena notte, bottiglie di vetro rotte e abbandonate tra le vie e disagi per gli residenti legati a gruppi di ragazzi che attraversano Regoledo per raggiungere a piedi la discoteca. Tanto sono cresciute le segnalazioni e i malumori dei residenti che l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire in maniera il più possibile incisiva per arginare la situazione effettuando in collaborazione con la polizia locale servizio di pattugliamento serale e notturno. In qualche caso gli agenti sono arrivati a dover dare sanzioni per disturbo della quiete, mentre sono diversi i giovani che sono stati ripresi dalle videocamere di sorveglianza comunali mentre abbandonavano o rompevano per terra bottiglie di vetro su marciapiedi, vie e spazi pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA