Troppe auto, Tirano dà il via  al piano anticode
Presidio della polizia locale sulla statale 38 durante una giornata di rientri (Foto by Archivio)

Troppe auto, Tirano dà il via al piano anticode

Da oggi è previsto traffico intenso in viale Italia ma è per i rientri che la polizia locale teme il picco di traffico

A partire dalla giornata di oggi è previsto intenso traffico sulla statale 38 del passo dello Stelvio, con conseguenti incolonnamenti su viale Italia a Tirano per la marea di turisti diretta in Alta Valle per festeggiare capodanno in montagna.

Un problema che si ripresenta più volte nel corso dell’anno. Ma se nulla si può fare per evitare che le auto passino da qui per raggiungere le località dell'Alta Valle (fino a quando non ci sarà la tangenziale), per smaltire il traffico invece il comando della polizia locale di Tirano ha in programma una sorta di piano anticode “casalingo”, da attuare in occasione dei rientri.

«Nelle giornate topiche quanto a transito noi siamo presenti sulle strade, come ci siamo stati per il ponte dell’Immacolata - annuncia il comandante della polizia locale, Fabio Della Bona -. Non si tratta di un piano anticode, ma di un servizio di monitoraggio del traffico che faremo come Comune. In particolare il 5 gennaio, dalle 14 alle 17, i vigili e alcuni volontari della protezione civile La Baita presidieranno gli attraversamenti pedonali di viale Italia e i due più a rischio all’altezza del ponte sull’Adda, in quanto fra i 300 e 400 bambini parteciperanno al Gabinat per la città. Si creerà confusione e sarà necessario fermare le auto per consentire ai bambini di attraversare in sicurezza sulle zebre. Due vigili controlleranno il traffico anche domenica 8 gennaio quando è previsto il rientro in città di molti turisti che hanno trascorso la settimana dell’Epifania in montagna».


© RIPRODUZIONE RISERVATA