Treno cancellato: i pendolari restano a piedi
Tira

Treno cancellato: i pendolari restano a piedi

Pesanti disagi questa mattina: il treno in partenza da Tirano alle 7,10 per Milano è stato soppresso. La protesta dei sindacati

Pesanti disagi, questa mattina per viaggiatori e pendolari. Il treno numero 2561 che doveva partire alle 7,10 da Tirano per Milano, infatti, è stato cancellato. «Abbiamo ricevuto decine di telefonate - ha detto Giorgio Nana della Filt Cgil Trasporti - di viaggiatori che dovevano recarsi a Milano, per svariati impegni. La cosa grave è che nessuno si è interessato per mettere un servizio sostitutivo, e fino alle 8 alla stazione di Sondrio non si sapeva che il treno era stato soppresso».

«Come sappiamo il treno delle 7,10, che parte da Tirano che arriva a Sondrio alle 7,38, è il treno con più passeggeri: circa 300 erano i viaggiatori pronti a partire questa mattina dalla Valtellina per il capoluogo Lombardo. E quando arriva alla stazione centrale di Milano il treno 2561 ha più di 600 viaggiatori. Mi chiedo come sia possibile lasciare a piedi tutta quella gente. Visto che come cittadini attraverso la Provincia e la Regione paghiamo tasse salate, per avere dei servizi, mi chiedo perchè i dirigenti di Trenord, non sono in grado di garantire un servizio efficiente e ancora perchè, quando si sopprime un servizio pubblico, non ci siano delle sanzioni salate» conclude il rappresentante sindacale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA