Treni, «Guasti preoccupanti»  Lo scrive la Regione
Poco affidabili i treni dei pendolari: lo dice la Regione

Treni, «Guasti preoccupanti»

Lo scrive la Regione

Lettera del Pirellone segnala a Rfi quali sono le linee più a rischio, in cui si sono verificati guasti e problemi: la peggiore è la Milano-Carnate-Lecco, che poi prosegue per la Valtellina

Da una parte segnalano guasti alla linea in preoccupante crescita e responsabili di generare ritardi, disagi e disservizi per i pendolari. Dall’altra, i responsabili degli impianti rispondono: investiti sulla linea sessanta milioni in tre anni, con miglioramento tecnologico in corso.

La Milano Carnate Lecco è fra le cinque tratte lombarde dove, a novembre, si sono registrati il maggior numero di problemi, con conseguenze sulle partenze e gli arrivi, come del resto ampiamente documentato dal nostro giornale in quel periodo.

La poco fortunata “top five” è stata inserita in un documento, inviato a Roma a Rfi dagli uffici del Pirellone, in cui si esprimeva in maniera chiara «la preoccupazione e l’insoddisfazione per i numerosi guasti all’infrastruttura ferroviaria che hanno compromesso in maniera rilevante le performance del servizio ferroviario regionale». Si definisce inoltre innegabile il fatto che nell’ultimo periodo i guasti all’infrastruttura abbiano avuto «un’incidenza molto rilevante», ma soprattutto che gli stessi siano «in preoccupante crescita».

A novembre 19 guasti

Segue un elenco di diciannove piccoli incidenti occorsi sulle reti lombarde nei soli primi quattordici giorni di novembre. Infine, sono messe in fila quelle che sono le tratte maggiormente a rischio poiché colpite da una raffica di guasti: oltre alla Milano Carnate Lecco, c’è anche la Milano Como Chiasso e altre tre linee. Quel mese fu terribile per i viaggiatori in partenza da Lecco e diretti verso il capoluogo meneghino: lo conferma l’indice di affidabilità, arrivato a superare quota 14 per cento, collocando la tratta al primo posto fra le peggiori di tutta la Lombardia. Tanto che, “grazie” ai ritardi, a febbraio, come del resto è successo praticamente sempre negli ultimi tre anni, è stato riconosciuto agli abbonati il bonus con conseguente sconto. Esclusi dal bonus però i pendolari della linea Tirano – Sondrio – Lecco – Milano che pur condividono da Lecco a Milano gli stessi disagi degli utenti della S 8. L’indice di affidabilità è sotto la soglia del 5% fissata da Trenord.


© RIPRODUZIONE RISERVATA