Tredici nuove vie di arrampicata  La Sassella si prepara per i lavori
La palestra avrà una superficie complessiva di 3.500 metri quadrati

Tredici nuove vie di arrampicata

La Sassella si prepara per i lavori

Sondrio, è partito il conto alla rovescia per l’avvio delle opere alla palestra naturale. Iannotti: «Abbiamo chiesto di avere l’opera per fine novembre, inizi dicembre al massimo».

Parte da “meno 60” il conto alla rovescia degli appassionati di arrampicata per la nuova palestra di roccia alla Sassella. In questi giorni infatti il Comune ha affidato i lavori per l’ampliamento della parete attrezzata e le ditte incaricate presto avvieranno il cantiere, per il quale palazzo Pretorio ha fissato 60 giorni di tempo per completare le operazioni.

«Abbiamo chiesto di avere l’opera a disposizione per la fine di novembre, primi di dicembre al più tardi», spiega l’assessore ai Lavori pubblici Michele Iannotti, facendo il punto su un progetto per cui il Comune ha previsto un investimento di 150mila euro.

Ad occuparsi dei lavori, come hanno stabilito le gare effettuate nelle scorse settimane dal municipio, saranno la ditta Cpr di Darfo Boario Terme per le opere generali e la Mountain experience di Sondrio per i lavori aggiuntivi. «L’impresa della Valcamonica nei prossimi giorni effettuerà un sopralluogo per valutare direttamente la situazione della parete - spiega ancora Iannotti -, poi i lavori inizieranno in tempi rapidi».

Il progetto prevede l’ampliamento della palestra di roccia per una superficie di circa 3.500 metri quadrati, praticamente raddoppiando la struttura esistente con l’inserimento di una nuova sezione del versante accanto all’attuale, verso il territorio comunale di Castione. Qui troveranno spazio - in base all’intervento studiato insieme agli esperti del Cai - 13 nuovi percorsi di arrampicata, tre dedicati ai principianti e una decina pensati per i più esperti, con difficoltà crescenti: a collegare i vari settori della parete, tre brevi vie ferrate trasversali al versante - che serviranno anche come percorso di discesa dalla sommità dell’attuale palestra - e un ponte tibetano lungo una quindicina di metri. A completare il tutto, un’area didattica ai piedi della parete, dove chi inizia a praticare questo sport potrà prendere confidenza con l’utilizzo dei vari strumenti.

I lavori partiranno con la messa in sicurezza e la sistemazione del versante, seguendo le indicazioni del geologo che ha collaborato con l’ufficio tecnico comunale per la preparazione del progetto, stilando un’analisi dettagliata delle condizioni della parete rocciosa e indicando gli interventi da mettere in campo: dopo la pulizia dalla vegetazione, in alcune zone verranno effettuate delle operazioni di disgaggio di materiale, in altri punti invece verranno installati reti paramassi e dispositivi analoghi, per consolidare la roccia. Dopo una pulizia dettagliata della roccia, poi, entreranno in gioco le guide alpine, che si occuperanno della tracciatura e della chiodatura dei nuovi percorsi.

Per accedere alla nuova area della palestra verrà anche realizzato un sentiero che parte dalla strada comunale, collegando l’impianto anche al nuovo posteggio del supermercato che è fruibile anche per il pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA