Tre giorni di festival. Birre artigianali  tutte insieme a Sondrio
Quest’anno, a differenza delle passate edizioni, la manifestazione si terrà tutta in piazza Garibaldi

Tre giorni di festival. Birre artigianali

tutte insieme a Sondrio

In calendario il 17, 18 e 19 maggio nel centro di Sondrio l’edizione 2019 di “Beer’n gir”. Per la prima volta presenti i dieci produttori locali.

Piazza Garibaldi per tre giorni si trasformerà in un grande biergarten in cui scoprire - divertendosi - il mondo della birra artigianale valtellinese, con tante iniziative per appassionati, curiosi e buongustai. Si terrà il 17, 18 e 19 maggio l’edizione 2019 di “Beer’n gir”, il festival della birra artigianale organizzato dall’associazione Beertellina (che riunisce i birrifici artigianali della provincia) e dalla Pro loco di Sondrio. Tre giorni di pranzi, cene, degustazioni, musica e animazione all’interno di un “villaggio” allestito interamente in piazza Garibaldi, utilizzando lo spazio verde realizzato dal Comune e pronto al debutto per l’evento di questo weekend, “Garden City”.

Già lo scorso anno era stata proposta un’iniziativa analoga, ma per il 2019 cambiano formula e protagonisti, come ha spiegato ieri il presidente di Beertellina Simone Bracchi presentando la manifestazione. «È il primo festival delle birre artigianali valtellinesi a cui partecipano tutti e dieci i produttori locali - ha rimarcato -, la location migliore è sicuramente il capoluogo e siamo orgogliosi di avere presenti tutte le realtà, da Livigno a Delebio. Non si tratta di una festa della birra, ma di un festival, un evento anche di stampo culturale dedicato alla birra artigianale, un mondo in grande espansione ma di cui spesso c’è una conoscenza ancora superficiale. E l’allestimento del Comune ci consentirà di creare un vero biergarten in piazza».

Insieme a Beertellina ci sarà la Pro loco di Sondrio, che metterà a disposizione la sua tensostruttura e si occuperà delle cucine, come ha spiegato il presidente dell’associazione Saverio Froio. «Fra i nostri obiettivi c’è la valorizzazione dei prodotti e delle realtà locali - ha sottolineato - e questa è un’ottima occasione per far conoscere i birrifici locali. Da tempo pensavamo ad un’iniziativa su questo tema e dall’incontro con Beertellina è nata una bella collaborazione».

La festa avrà inizio il 17 maggio alle 18, con l’apertura degli stand: in piazza saranno presenti i birrifici 1816 - Livigno, De la Tour, Mieleria Moltoni, 1212 - Aprica, Pintalpina, Tilium Beer, Revertis, Birra Salvadega, Legnone e Birrificio Valtellinese, con una cinquantina di spine per la birra in tutto. Il 18 invece il biergarten sarà aperto per tutto il giorno, dalle 11 a mezzanotte, mentre nella giornata conclusiva, domenica, il festival aprirà alle 11 e chiuderà alle 16,30.

Per tutte e tre le giornate sarà attivo uno stand “fast food” con hamburger e panini, ma la cucina proporrà anche menù speciali: venerdì sera ci sarà una cena gourmet, sabato a pranzo andranno in tavola i pizzoccheri dell’Accademia di Teglio, sabato sera si cenerà con stinco e patate, domenica si pranzerà con la classica polenta con salsicce. Nell’area del festival non circoleranno contanti, ma “token” che si acquisteranno alle casse e serviranno per pagare cibo e birre, che i partecipanti potranno degustare nel bicchiere in vetro che sarà consegnato insieme ai gettoni. Non mancheranno l’animazione – giochi all’insegna della goliardia con i gruppi “Il montanaro imbruttito” e “Chiamarsi boiler”, molto popolari su Facebook, gonfiabili per i bambini e laboratori ludico-didattici con UnionBirrai – né la musica, curata dall’associazione B-Love.

Di scena, come ha spiegato il presidente Gian Luigi Del Molino, venerdì sera il duo Andrea Verga e Mr Bigoni e la band “I Lesi acustici”, sabato sera i valtellinesi “The Scratches” e i “Revolver”, nota cover band dei Beatles.


© RIPRODUZIONE RISERVATA