Trasporto eccezionale, da Andalo a Premadio un “mostro” in strada
Complessi i provvedimenti previsti nel settore della viabilità per i mezzi pesanti (Foto by foto archivio)

Trasporto eccezionale, da Andalo a Premadio un “mostro” in strada

Un rotore destinato alla centrale elettrica. Da sabato a giovedì: i divieti e le strade alternative. «Mole del mezzo imponente e velocità ridottissima».

Un trasporto eccezionale che farà la storia, quello in programma a partire dalla notte tra venerdì e sabato prossimi. Destinazione la centrale elettrica A2A di Premadio, in Valdidentro, meta del rotore (un’apparecchiatura rotante di macchine, apparati o complessi meccanici, soprattutto elettrici) che rappresenta un notevole valore aggiunto della struttura, un unicum nel suo genere.

Probabilmente neanche quando è stata costruita la centrale dell’Alta Valle si è vista un’apparecchiatura del genere, attrezzatura sofisticata e all’avanguardia che dimostra quando A2A stia ancora investendo nell’idroelettrico e quanto creda ancora nel territorio e, in particolare, nel Bormiese.

Date le dimensioni della macchina rotante, che può viaggiare solo di notte, il suo arrivo in Valtellina è stato oggetto di un’apposita riunione in Prefettura avvenuta venerdì scorso. In quell’occasione tutte le forze di polizia e i vari rappresentanti delle istituzioni (Provincia, Questura, Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia stradale e Anas), nell’ambito del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno deciso di procedere al divieto di transito per i mezzi pesanti.

Una decisione unanime avallata anche dal prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia. «La mole imponente del mezzo e la ridottissima velocità – si legge nella nota diramata ieri sera dalla Prefettura - impongono, senza alcun dubbio e riserva, di adottare tale provvedimento in quanto il rischio di circolazione lo prescrive».

Articolato il cronoprogramma redatto da Anas, a cura dell’ingegner Marco Angelo Bosio, che ha seguito tutte le tappe del trasporto eccezionale in provincia di Sondrio. Dalle 4 di mattina di sabato, il maxi trasporto, uscito dalla super 36 in corrispondenza dello svincolo di Colico-Fuentes, si innesterà sulla strada provinciale 30 per poi proseguire verso Andalo Valtellino dove sono previsti l’arrivo verso le 6 (sosta prevista nel parcheggio presso il bar Havana) e una permanenza fino alle 21 di domenica sera.

Da quell’ora, fino alle 6 di lunedì mattina, il trasporto eccezionale percorrerà i 58 km che separano Andalo da Villa di Tirano, tragitto per la cui percorrenza è stimato un tempo di circa nove ore. In questo lasso di tempo prevista la chiusura completa con ordinanza della strada statale 38 da Cosio Valtellino a Morbegno per la posa del sovrapponte in corrispondenza del ponte sul torrente Bitto; la chiusura si protrarrà dalle 21 sino alle 6 del giorno successivo.

Complessi i provvedimenti previsti nel settore della viabilità per i mezzi pesanti sopra le 3,5 tonnellate e per i mezzi leggeri. Da lunedì sera alle 21 sino martedì alle 6, in calendario il trasporto da Villa di Tirano a Bormio per complessivi 38 km con chiusura completa della strada statale 38 nel comune di Tirano per la posa del sovrapponte in corrispondenza del ponte sul fiume Adda. Anche in questo caso previsti dei percorsi alternativi con particolare attenzione ai provvedimenti previsti per consentire il transito in sicurezza del trasporto eccezionale all’interno delle gallerie di Bolladore, Mondadizza, Le Prese, Verzedo e Sant’Antonio-Cepina nei territori comunali di Sondalo e Valdisotto.

A Bormio il trasporto eccezionale sosterà nel parcheggio all’imbocco del paese (alle “case rosa” in via don Silvio Bertola) dalle 6 di martedì 20 alle 21 di mercoledì 21 marzo. Di seguito gli ultimi 5 km, quelli per raggiungere la centrale di Premadio, con un tempo di percorrenza previsto di otto ore comprensive del tempo necessario per la chiusura della strada statale 301 del Foscagno. Alle 6 di giovedì 22 marzo, se il cronoprogramma sarà rispettato, il rotore approderà a Premadio. Va aggiunto che su indicazione del vicepresidente autotrasportatori Fai, è prevista la possibilità di apertura alla circolazione dei veicoli pesanti dalle 19 di domenica 18 alle 21 dello stesso giorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA