“Train & bike”  Biglietti speciali  per la Valtellina
Con 50 euro è possibile arrivare a Sondrio in treno e noleggiare per una giornata una e-bike. In alto a sinistra, la presentazione

“Train & bike”

Biglietti speciali

per la Valtellina

Promozione Convenzione Trenord-Consorzio Turistico

Con 50 euro viaggio e noleggio di una bicicletta elettrica

Raggiungere la nostra provincia in treno e, all’arrivo alla stazione di Sondrio, salire in sella ad una bici elettrica per andare alla scoperta del territorio. In altre parole “Train&Bike”, vale a dire la proposta green nata dalla collaborazione tra Trenord e il Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco, presentata ieri alla Latteria di Chiuro.

Il biglietto speciale di Trenord, acquistabile solo online al prezzo di 50 euro, comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia alla stazione del capoluogo e un voucher per il noleggio dell’e-bike per una giornata da ritirare negli uffici del Consorzio. Unica condizione, la prenotazione della bicicletta va fatta 48 ore prima. Tutti i particolari per le prenotazioni si trovano sul sito www.trenord.it/giteintreno.

«Un binomio ormai consolidato, nato quattro anni fa da una percezione tra il nostro direttore Roberto Pinna - ha sottolineato Dario Ruttico presidente del Consorzio - e alcuni dirigenti di Trenord. Un’offerta che negli anni si è implementata e che ora oltre all’inverno, con i “Treni della neve”, saluta la promozione di “Train&Bike”». Oltre a questa ci sono altre due iniziative “made in Valtellina”, che fanno parte di “Gite in treno” ideata da Trenord per favorire il turismo di prossimità sostenibile in treno descritte nella guida digitale scaricabile gratuitamente sul sito web di Lonely Planet.

La prima è “Il ponte tibetano” in Val Tartano, che con BusForFun, società specializzata in transfer, offre due pacchetti composti da treno, navetta e accesso al “Ponte nel cielo” (45 euro). La seconda invece è “FlyEmotion” con viaggio fino a Morbegno, transfer e l’adrenalinica esperienza di volo a 400 metri di altezza (prossima data prevista il 20 agosto a 89 euro) ad Albaredo. «Il treno in Lombardia si conferma motore del turismo sostenibile e di prossimità - ha preso la parola snocciolando dati Leonardo Cesarini, direttore commerciale di Trenord -. Abbiamo visto che il 30% dei nostri clienti viaggia già per scopi turistici a livello regionale. Una tendenza crescente per cui abbiamo realizzato “Gite in treno” coinvolgendo Lonely Planet, numero uno al mondo. Per me la Valtellina è un esempio virtuoso e i numeri ci dicono che nel 2019 nei giorni festivi abbiamo trasportato 776mila persone. Ad oggi - da considerare i vari lockdown per la pandemia - siamo a quota 200mila».

E ha aggiunto: «Un’esperienza resa più piacevole quella valtellinese dal fatto che su alcune linee del territorio già dall’anno scorso circolano treni nuovi di Trenord, Donizetti e Caravaggio, che offrono ai turisti un viaggio confortevole e sostenibile».

«Questa presentazione alla Latteria è importante - ha detto Tiziano Maffezzini, sindaco di Chiuro – in quanto è un approccio che serve per interfacciare il connubio tra mantenimento del territorio e valore della produzione agricola, quanto influisca sulla fruibilità turistica di tutta la provincia».

« “Treni della neve” e “Train&bike” sono progetti che passano sui binari del green e che ci portano dritti verso le Olimpiadi 2026» la sottolineatura di Franco Angelini, consigliere provinciale con delega al Turismo.

«Ancora una volta la provincia di Sondrio benché ai confini dell’impero –-ha concluso Simona Pedrazzi, consigliere regionale - è riuscita a cogliere le richieste di Regione Lombardia: ha capito le politiche green che arrivano dall’Unione europea. Mi fa piacere che il Consorzio sia capofila di questa iniziativa, che ha abbracciato tutti gli altri enti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA