Traforo dello Stelvio: «I soldi ci sono»
Il governatore sabato sera a Bormio

Traforo dello Stelvio: «I soldi ci sono»

Roberto Maroni annuncia a Bormio: «Affidato l’incarico per lo studio di fattibilità per 1,9 milioni». «Ma è importante che vi sia unità d’intenti. Pensiamo anche al Mortirolo». Otto mesi di tempo per i risultati

Il problema non sono i soldi. Fondamentali, però, le idee e l’unità d’intenti tra le varie comunità ed enti locali. Parola del presidente della regione Lombardia Roberto Maroni che sabato sera è intervenuto alla conferenza del Rotary club Bormio Contea sulla nascita dell’euroregione alpina e sulla valorizzazione della strada dello Stelvio.

«Ho sentito parlare di collaborazione tra le istituzioni. Mi è molto piaciuto questo passaggio dal momento che è fondamentale per la valorizzazione dello Stelvio anche se, chiaramente, esistono importanti differenze tra i tre versanti. Di questi quello che ha meno possibilità è la Lombardia, con il suo statuto che lascia meno margini di manovra. Lo Stelvio dev’essere una montagna che unisce, non che divide. E pensiamo anche al Mortirolo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA