Traffico in Valposchiavo

Le idee per limitarlo

Il comitato Tivas li ha rivolti alle autorità cantonali

Giorni e orari di transito, stop ai veicoli inquinanti

Divieto di sorpasso per i motociclisti e pedaggio

Traffico in Valposchiavo Le idee per limitarlo
Il comitato Traffico intelligente in Valposchiavo per un ambiente sostenibile, ha reso pubblici i suggerimenti proposti alle autorità cantonali

Forti del sostegno incassato dal presidente del governo cantonale dei Grigioni, Mario Cavigelli, i rappresentanti del comitato Traffico Intelligente in Valposchiavo per un Ambiente Sostenibile hanno reso pubblici i suggerimenti rivolti proprio alle autorità cantonali per contenere le punte di traffico nella vicina Valle elvetica.

Cinque possibili accorgimenti che «non si escludono a vicenda – spiegano da Tivas – e vanno intesi anche come possibili misure complementari». A questi provvedimenti, ampliabili «con l’ausilio di esperti del traffico, del territorio, nonché di questioni politico-giuridiche» non andrebbero assoggettati i residenti in Valposchiavo, nel Comune di Livigno e in Engadina, oltre che i lavoratori frontalieri.

La prima proposta che viene avanzata nel documento riguarda la limitazione di giorni e orari di apertura del tratto stradale tra il valico della Motta e il Passo della Forcola.

Tutti i dettagli delle proposte del comitato Tivas, nella pagina speciale su “La Provincia di Sondrio” in edicola martedì 23 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA