Traffico, i timori rinviati alla Befana. E Tirano si prepara
Tirano, code sulla 38 in una foto d’archivio (Foto by Luca Gianatti)

Traffico, i timori rinviati alla Befana. E Tirano si prepara

Incidenti stradali dovuti non al traffico, ma al ghiaccio sulle strade. Il più grave si è verificato poco dopo le nove a Piantedo

Lunghe code nei pomeriggi e serate del primo e del 2 gennaio, situazione sotto controllo ieri e grande allerta, invece, per martedì 5 gennaio. Questi il bilancio e la previsione del traffico nel Tiranese secondo i vigili comunali che tengono monitorato il rientro dei vacanzieri per evitare, per quanto è possibile, ingorghi in città e lunghi incolonnamenti.

«Oggi (ieri per chi legge, nda), come d’altra parte ci aspettavamo, il transito dei turisti che tornano a casa è limitato – spiega Fabio Della Bona, comandante della polizia locale -. Sul Campone c’è fila, ma come un normale pomeriggio. Venerdì primo gennaio e sabato, invece, è stato il delirio con code da Tirano fino a Mazzo già dal pomeriggio».

I vigili, anche in assenza di piano anticode, sono presenti sulla strada per garantire sicurezza e un passaggio più snello. Ieri intanto non sono mancati gli incidenti stradali, dovuti non al traffico, ma al ghiaccio sulle strade. Il più grave si è verificato poco dopo le nove a Piantedo, in via Cristoforo Colombo, nella parte alta del paese. Un uomo di 78 anni - U.M. originario di Milano ma residente in paese -, si è ribaltato con il suo fuoristrada dopo aver perso il controllo per via del fondo stradale scivoloso.

L’ anziano è stato soccorso dal personale sanitario che ha potuto trasportarlo d’urgenza all’ospedale di Gravedona dopo che i vigili del fuoco lo hanno estratto dalla sua auto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA