Tracciolino Trail, frecce sparite  «Disagi per gli atleti, vergogna!»
Ricognizione sul tracciato

Tracciolino Trail, frecce sparite

«Disagi per gli atleti, vergogna!»

Il caso a Novate. Delusi gli organizzatori della gara del 23. L’appello a chi prova il percorso: «Consultate bene la traccia online».

Non è purtroppo una novità, un episodio simile si è verificato al Grignone proprio nei giorni scorsi, ma l’amaro in bocca è tanto per gli organizzatori della Tracciolino Trail, la gara di corsa in montagna in programma domenica 23 settembre lungo la deucaville che collega Valle dei Ratti e Val Codera.

Sono improvvisamente sparite molte delle frecce direzionali che avrebbero aiutato i corridori a non sbagliare strada. Ad annunciarlo ieri la stessa associazione TeamValtellina: «Con tristezza dobbiamo prendere atto che diversi cartelli che segnalavano il tracciato sono stati rimossi/sottratti. Per scherzo, per dispetto, per souvenir. Non lo sappiamo. Chiunque sia stato sappia che quei cartelli sono costati denaro fatica e tempo personale a chi li ha prodotti e ce li ha donati, a chi li ha verniciati, a chi li ha portati nello zaino con trapano e viti per venti chilometri sotto il temporale. Quelli rimossi sono costati sbagli di percorso a tanti atleti che volevano provare il tracciato. Chiunque li abbia rimossi deve vergognarsi del gesto fatto. Chiediamo scusa a chi ha subito per questo dei disagi ma di fronte all’ignoranza e alla mancanza di educazione e senso civico siamo impotenti».

Con una raccomandazione per i 300 atleti iscritti (le adesioni sono state chiuse con largo anticipo a testimonianza dell’apprezzamento per la kermesse) che in settimana volessero provare il percorso o parte di esso. Ci sono alcuni snodi particolari lungo il tracciato e sbagliare strada non è impossibile nemmeno per i più avveduti: «Chi volesse provare il tracciato consulti bene la traccia on-line e faccia attenzione sul percorso per non sbagliare ai bivi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA