Tornano i go-kart, ma ora sono silenziosi
I vecchi go-kart sulla pista di Gordona erano rumorosi e facevano fumo, ora saranno elettrici

Tornano i go-kart, ma ora sono silenziosi

Nell’area per anni gestita dalla Tibi da alcuni giorni sono di nuovo in circolazione i mezzi. L’attività con materiale a trazione elettrica non creerà problemi di inquinamento acustico.

Li hanno testati a lungo sulla pista da go-kart di Gordona, ma quasi nessuno se ne è accorto. Silenziosissimi i kart elettrici che dovrebbero tornare a girare sul circuito gordonese a quasi quattro anni dalla chiusura della precedente attività gestita, i kart erano con motori normali, dalla società TibiKart.

Nei giorni scorsi sulla pista hanno circolato i nuovi mezzi e a detta di chi ha potuto seguire i test il livello di rumore provocato dal passaggio è bassissimo. Essendo i mezzi elettrici, quindi senza emissioni, sarebbero risolti i due problemi che nel passato avevano caratterizzato l’attività, quelli legati alle emissioni di gas di scarico e, soprattutto, quelli legati al rumore avvertibile chiaramente in tutta la zona. Un passaggio importante quello dei giorni scorsi in vista della firma che la società La Frigola dovrebbe mettere sul contratto che la legherà al comune di Gordona, proprietario dell’area detta del Tamariis. La scadenza, dopo il bando dei mesi scorsi, è fissata alla prossima settimana. Il 20 marzo, per l’esattezza. In quel momento si conoscerà con precisione il futuro dell’area. Una vicenda che sembra avviarsi a una conclusione positiva dopo un periodo di incertezza lunghissimo. Nel 2012 l’amministrazione comunale tentò la via del bando di gara per l’affidamento della gestione dell’area, ma dopo molte traversie non se ne fece più nulla. La nuova amministrazione del sindaco Mario Guglielmana si è mossa subito in questo senso, anche per recuperare le entrate derivanti dall’affitto degli impianti. Nuovo bando di gara, quindi, nei mesi scorsi, al quale ha partecipato la sola società poi vincitrice.

L’area di proprietà comunale misura complessivamente 42.500 metri quadrati, con un fabbricato di 180 metri quadrati costituito da quattro locali più i servizi igienici. Un secondo corpo è collocato lungo il lato sud-ovest della proprietà per circa 150 metri quadrati. Dal punto di vista urbanistico il piano di governo del territorio gordonese lo definisce con destinazione “attrezzature sportive e area a verde” per quanto riguarda l’ex pista di go-kart e “mobilità e sosta” per la porzione a parcheggio della zona nord-ovest. L’area affidata in concessione ha destinazione pubblica per attività sportive e ricreative che non provochino elevato inquinamento ambientale ed acustico, attività ricettiva di campeggio o camper, fino ad un massimo del 30% dell’area a disposizione, attività di vendita prodotti o somministrazione alimenti e bevande nel limite massimo di 200 metri quadrati di superficie.

L’obiettivo sembra essere quello di rimettere in moto i kart già durante la prossima primavera. L’altra attività che potrebbe partire subito è quella legata all’area attrezzata per il camper.


© RIPRODUZIONE RISERVATA