Torna “Sondrio street climbing”. E il brivido corre in verticale
Il team che ha presentato l’evento

Torna “Sondrio street climbing”. E il brivido corre in verticale

Attesi centinaia di iscritti per l’ottava edizione dedicata all’arrampicata dei muri cittadini.

Forse (si spera) saranno in trecento ad attaccarsi a tutti gli appigli minimi, impossibili, inimmaginabili, per portare la loro sfida ai muri, portoni, colonne e Torre Ligariana della città.

Sarà l’ottava edizione di Sondrio Street Climbing, l’arrampicata tra i muri sondriesi, annunciata ieri in comune a Sondrio da Laura Gianesini, Camillo Della Vedova, Matteo Diasio, Silvia Della Marianna, Paolo Camanni, il gruppo propulsore di questa nuova sfida.

Sabato 13 aprile quindi, chiuse le iscrizioni che si ricevono fino all’ultimo (10,30-11,30) in piazza Garibaldi, si partirà con il circuito per le vie cittadine (Scarpatetti, via Dante, Beccaria, piazzetta Gualzetti, alcuni degli obbiettivi), fino ad arrivare alle semifinali, finali m/f, e pure, novità annunciata da Silvia Della Marianna, organizzatrice, facente parte del Cai Giovani, team SSC19: «Abbiamo pensato quest’anno di creare anche un minicircuito per bambini U12 (10 blocchi), un po’ trascurati negli anni scorsi, per far divertire anche loro. La finale sulla Torre Ligariana (40 metri di roccia e cemento) che rimane il nostro simbolo; per le ragazze limitata a una ventina di metri, per forza di cose». Parole ammirate ha pronunciato Camillo Della Vedova: «Sono stati bravi a organizzare tutto questo, perché si tratta di una manifestazione impegnativa e ci mettono tanta passione. È comunque una manifestazione di divertimento, non solo sportiva».

«Alcuni passaggi sono difficili – ha ripreso Silvia Della Marianna – però è divertente sfidarsi tra amici, perché solitamente a questi appuntamenti si arriva in team e la sfida è spesso tra gli appartenenti al gruppo. L’anno scorso siamo arrivati a 273 iscritti; 300 numero magico quest’anno. Ci siamo spostati, per questa occasione, maggiormente verso la parte storica di Sondrio, parti magari un po’ nascoste della città che, spesso, anche i sondriesi non conoscono». L’assessore Michele Diasio: «Tutto lo sport che è legato alla montagna non può che essere il benvenuto in una città alpina con l’ottica di portare anche Sondrio nelle mete turistiche; questo ci aiuta, indubbiamente».

«La serata poi proseguirà – ha concluso Silvia Della Marianna - con una cena aperta al pubblico, che si terrà in piazza Garibaldi e saranno gli accademici del pizzocchero di Teglio a condurre la festa. Naturalmente ci sarà un’estrazione di premi, ricca, come siamo conosciuti tra i vari appuntamenti di boulder che ci sono in giro per l’Italia. Le iscrizioni sono già aperte: al momento abbiamo già una sessantina di iscritti e di questi un 6/7 si sono iscritti dal Belgio. Qualcosina abbiamo cambiato, per non far “stufare” i concorrenti che già sono stati qui, ma vuole essere anche un altro modo per far conoscere la città al maggior numero possibile di persone». In caso di pioggia si sposta il tutto a sabato 27 aprile. Imbiancatevi le mani di magnesite e arrampicate!


© RIPRODUZIONE RISERVATA