Tirano, turismo da rivedere  «Eventi inutili se i bar chiudono»
Piazza Basilica, al centro della polemica

Tirano, turismo da rivedere

«Eventi inutili se i bar chiudono»

L’assessore agli esercenti di Madonna: «Non bastano le manifestazioni per portare gente. L’accoglienza va costruita sulla disponibilità quotidiana»

«Non bastano le manifestazioni per portare affluenza in piazza Basilica. È un traguardo che va costruito nel corso dell’anno da chi sulla piazza lavora con impegno e accoglienza».

Parla l’assessore a Turismo e Cultura, Sonia Bombardieri, che fa un’analisi della situazione di piazza Basilica dove, in occasione di eventi organizzati nel corso degli ultimi mesi, molti bar hanno chiuso verso le 19. Una decisione, questa, che ha sorpreso e anche un po’ dispiaciuto l’assessore di una città che si “vanta” di essere meta di turisti da tutto il mondo (e i dati dell’ufficio turistico lo dimostrano).

«L’ottanta per cento dei bar presenti in occasione di manifestazioni serali, come “Magico Crocevia”, non ha tenuto aperto - afferma l’assessore -. Credo che gli esercizi pubblici dovrebbero fare un’analisi di coscienza. La piazza si è svuotata nel corso degli anni e questo l’ho detto in tempi non sospetti, quando non ero ancora assessore. Chiudere i battenti alle 19 non porta vantaggi a Madonna di Tirano. Se si tiene aperto due volte all’anno per manifestazioni e si pensa che solo queste portino benessere ci si sbaglia. L’affluenza del pubblico va curata nella quotidianità, nell’accoglienza e nella perseveranza. Se chiude un negozio di sera posso capire e posso anche capire che non sia necessaria l’apertura durante l’ora di pranzo, ma nutro dubbi sulla chiusura serale di un bar. Bisogna capire che concetto di turismo abbiamo in mente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA