Sabato 02 Agosto 2014

Tirano: «Prima i debiti

poi toccherà alle opere»

La casa di riposo di Tirano è stata oggetto di discussione in consiglio comunale

«Non è bello ricevere telefonate da persone che ti chiedono che vengano a loro pagate le fatture ferme da mesi. Prima pagheremo i debiti, ovvero i 300mila euro di fatture che ho trovato sul mio tavolo quando sono diventato sindaco, e poi faremo opere».

Questa la linea che il sindaco di Tirano, Franco Spada, intende seguire e che ha annunciato, in consiglio comunale, giovedì sera, in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione.

Presentato durante la serata con delle slide, il bilancio – che sarà pubblicato sul sito internet del Comune insieme a tutta la registrazione del consiglio – è partito da un punto fermo: «Abbiamo trovato 300mila euro di fatture ferme da pagare – ha detto il primo cittadino - Abbiamo scelto di non forzare gli investimenti perché bisogna pagare chi, da quasi un anno, chiede di essere pagato».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola sabato 2 agosto.

© riproduzione riservata