Tirano, la cittadella delle emergenze pronta a inizio 2017
Il perimetro dedicato all’atterraggio dell’elicottero del 118 è già pronto

Tirano, la cittadella delle emergenze pronta a inizio 2017

La Comunità montana sta realizzando un polo intermodale con elisuperficie e caserma. Presto l’area avrà anche un collegamento viario veloce.

Saranno operative per la fine del 2016 o, più realisticamente, a inizio 2017 la piazzola dell’elisuperficie e la nuova caserma dei vigili del fuoco di Tirano che la Comunità montana ha realizzato in località Piazzun, ovvero a metà Campone.

Dopo la pausa invernale i lavori riprenderanno, ma c’è ancora parecchio da fare. Fornisce un cronoprogramma l’assessore ai Lavori Pubblici dell’ente comprensoriale, Alan Delle Coste. «Il grosso è stato realizzato, ma manca da sistemare il piazzale esterno e di realizzare le recinzioni, la pavimentazione e l’illuminazione - spiega -. Inoltre si deve concludere la finitura interna della caserma dei Vigili del fuoco e la torre di esercitazione ed addestramento esterna dei pompieri. Per quanto riguarda l’elisuperficie, andrà definito anche il soggetto che avrà in carico la manutenzione. Visto che l’elisuperficie è abilitata al volo notturno, la normativa prevede ripetuti controlli. A giorni ricominceranno lavori che proseguiranno per tutta l’estate per concludersi il prossimo inverno. Considerando che dovranno essere fatti i collaudi della struttura dal ministero dell’Interno per quanto riguarda la centrale dei Vdf e dall’ente preposto per la sicurezza del volo per quanto concerne l’elisuperficie, credo che l’apertura sarà a cavallo del 2016 e 2017».

Nel frattempo sarà realizzata la strada di collegamento a doppia corsia fra la statale 38 sul Campone e l’elisuperficie, oltre che il centro sportivo cittadino. «Nel bilancio di previsione che approveremo fra qualche settimana - anticipa il presidente della Cm, Gianantonio Pini - saranno stanziati i fondi per completare la strada di collegamento al centro sportivo e all’elisuperficie. La nuova strada è appena sotto la rotonda dello svincolo della nuova tangenziale di Tirano, dunque anche in una posizione strategica sia per gli interventi dei Vigili del fuoco, sia per l’emergenza urgenza legata all’elisoccorso».

La collocazione dell’attuale caserma in via Garibaldi in centro Tirano presenta evidenti criticità, visto che si trova in un’area trafficata e non idonea, anche per la presenza della scuola primaria Credaro dalla quale escono e entrano ogni giorno 400 studenti. Peraltro la sede stessa del distaccamento abduano necessitava di un adeguamento alle normative. Le direttive che i Vigili del fuoco devono rispettare per le caserme sono rigide e devono passare al vaglio del ministero.

Quanto all’elisuperficie, quella che sarà operativa a Tirano potrà fungere da rendez vous con le ambulanze: se un paziente dovrà essere portato fuori provincia per una patologia non curabile in Valle, si potrà arrivare all’elicottero a Tirano e lì caricarlo, come recentemente dichiarato dal responsabile del 118, Paolo Della Torre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA