Terme di Bormio, un’altra tegola

Niente corsi di nuoto per i bambini

Terme di Bormio, un’altra tegola  Niente corsi di nuoto per i bambini
BORMIO TERME

BORMIO TERME

Ancora una doccia fredda per gli utenti dello stabilimento termale di Bormio. Dopo l’annuncio della riduzione degli orari di apertura della struttura a partire da lunedì scorso, stante il periodo di bassa e media stagione, stavolta a rischio sono i corsi di nuoto che, per consuetudine, vedono coinvolte tutte le scuole del mandamento durante il periodo autunnale.

Quest’anno, però, potrebbero saltare dal momento che la struttura è disposta ad ospitarli ma solo nelle ore mattutine, quando di solito si va a scuola. Ad annunciarlo il sindaco di Valdidentro Ezio Trabucchi che ieri ha reso nota una comunicazione del presidente di Bormio Terme Renato Fuchs: «Come sapete – ha scritto Fuchs ai sindaci del mandamento ed al presidente della Comunità montana Alta valle Raffaele Cola - lo sforzo mio e del consiglio di amministrazione di Bormio Terme è concentrato sulla riduzione dei costi e possibilmente sul mantenimento dei ricavi aziendali della società. In quest’ottica sono stati, in particolare nei periodi di media e bassa stagione, ridotti gli orari di apertura ed il numero di servizi a disposizione della clientela nel tentativo di evitare una chiusura totale per diversi mesi all’anno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA