Sabato 02 Agosto 2014

Telefona, prenota

“e-vai” con l’auto

Il sindaco di Tirano, Franco Spada, con una delle auto disponibili per il car sharing

È attivo da ieri a Tirano il servizio di car sharing, composto da un’automobile a basso consumo e due elettriche, che possono essere noleggiate telefonicamente oppure on line al sito www.evai.com e ritirate nella postazione in via Calcagno, dietro la stazione ferroviaria. Un’iniziativa cui il comandante della polizia locale Fabio Della Bona e il Comune stanno lavorando da un anno e che rappresenta un modo per fare mobilità ecologica a tutti gli effetti.

C

«Spero che si crei un circuito di rete, in modo che il car sharing serva a collegare le varie località – ha detto il sindaco Franco Spada – qualificando la Valle dal punto di vista ecologico».

Di fatti, come ha spiegato Della Bona nel corso della cerimonia di inaugurazione svoltasi nella mattinata di ieri in via Calcagno, nelle vicinanze della stazione ferroviaria, il servizio è già presente a Sondrio e lo sarà a breve anche a Morbegno. «Sarebbe bene avere dei punti di contatto anche a Bormio e soprattutto a Sondalo, dove c’è l’ospedale verso il quale si concentra un alto passaggio di persone. Inoltre anche ad Aprica, Teglio e la Valposchiavo», l’auspicio arrivato durante il taglio del nastro.

Altrettanto importante che la tecnologia evolva aumentando l’autonomia dei mezzi elettrici, attualmente di 120 chilometri.

Giovanni Alberio, responsabile di Sviluppo Rete “e-vai”, ha sottolineato che si tratta del primo car sharing ecologico, integrato con il servizio pubblico locale, con auto elettriche, zero emissioni e inquinamento acustico, con il vantaggio di poterle lasciare su strisce blu o gialle senza pagare. Chi, fra cittadini e turisti, ieri ha provato a guidare le vetture, si è accorto di quanto siano silenziose. La tariffa è di 5 euro all’ora (senza costi aggiuntivi per il chilometraggio) per le auto elettriche, mentre è di 2,40 euro l’ora più 0,48 euro al chilometro per le auto a basso impatto ambientale.

© riproduzione riservata