Lecco. Telecamere   per trovare gli sporcaccioni
Rifiuti scaricati in una delle piazzole tra Lecco e Colico

Lecco. Telecamere

per trovare gli sporcaccioni

Superstrada 36, da lunedì tredici nuovi occhi elettronici controlleranno le piazzole di sosta tra Lecco e Colico

LECCO

Diciannove telecamere contro gli sporcaccioni. Contro i soliti incivili che abbandonano nelle piazzole di sosta della statale 36 rifiuti di ogni genere. Da lunedì prossimo, 13 maggio, entrerà in funzione il nuovo sistema di videosorveglianza e lettura targhe lungo l’intero tratto che va da Lecco a Colico sulla strada statale 36. Nel dettaglio sono state installate diciannove nuove telecamere, alcune del tipo Dome, con l’integrazione del sistema con telecamere fisse di ultima generazione in ingresso nelle piazzole e telecamere di lettura targhe in uscita. Ciascuna piazzola sarà costantemente monitorata da due differenti punti, ingresso ed uscita, in modo che si possa visualizzare il momento in cui avviene l’abbandono dei rifiuti.

«Per far ciò si procederà utilizzando tre telecamere di nuova generazione poste in ingresso e uscita della piazzola - spiega il Capo di Gabinetto Marcella Nicoletti -. Le telecamere sono di nuova generazione, quella con visione in uscita è a lettura targhe, mentre quelle con visione sulla piazzola sono di nuova generazione con attivazione di un allarme che segnala l’ingresso di un veicolo in piazzola, di un veicolo fermo, oppure che marcia contromano, così come la presenza di un pedone o di ostacoli in carreggiata».

Quando il veicolo esce dalla piazzola viene letta la targa posteriore. Questo permetterà di cogliere con le mani nel sacco gli incivili, «infatti incrociando le immagini delle telecamere di osservazione dalle quali si riscontra il veicolo ed il momento in cui avviene l’abbandono rifiuti con quelle di lettura targhe, si identifica il mezzo dal quale sono stati abbandonati i rifiuti. La registrazione e l’acquisizione dei dati saranno continue. Sarà avviata nell’immediato l’attività sanzionatoria», prosegue Nicoletti. Nei mesi scorsi la questione legata ai rifiuti abbandonati sulle strade era tornata prepotentemente alla ribalta a causa di cumuli di immondizia sparsi ovunque, e con le piazzole, in particolare quelle all’altezza di Lierna invase dai rifiuti.

Ieri mattina in prefettura, il Capo di Gabinetto, Marcella Nicoletti, ha incontrato gli amministratori del territorio, le forze dell’ordine, i rappresentanti di Anas ed i responsabili della società Silea, per fare il punto sulla questione rifiuti, e presentare il posizionamento delle nuove telecamere. Telecamere che da lunedì mattina saranno attive. La speranza è che grazie a questo sistema le piazzole di sosta diventino finalmente pulite e ordinate, e non più in una situazione vergognosa come quella recente. Un problema che purtroppo è presente da anni, considerate le difficoltà a sanzionare gli sporcaccioni l’hanno sempre fatta franca. Adesso con il servizio di videocamere la situazione sarà sotto stretto controllo. Chi abbandonerà i rifiuti verrà multato profumatamente.

La questione delle piazzole di sosta invase dai rifiuti era già stata argomento negli anni passati, poi le aree erano state ripulite e ora tornano ad essere invase dall’immondizia. Tra i casi eclatanti quello dei turisti in visita sul lago, che si fermavano per scattare immagini ricordo con cumuli di immondizia alle spalle


© RIPRODUZIONE RISERVATA